Grande entusiasmo attorno al rilancio del calcio a Santa Maria la Carità

Santa Maria la Carità (NA) Il calcio a Santa Maria la Carità riparte dal ripescaggio in Promozione dalla Prima Categoria. La società napoletana è stata inserita nel girone B. 

A guidare la squadra in questo nuovo e ambizioso progetto sarà Giovanni Durazzo, ex Savoia e Pimonte, coadiuvato da Giuseppe Sorrentino, con alle spalle una lunga carriera tra il professionismo a Catanzaro e Marcianise e numerosi anni di militanza in serie D. 

La preparazione dei portieri è stata affidata a Pasquale Coppola, già preparatore dei portieri del Pimonte Calcio. Lo staff è completato da Giancarlo Fontanella come assistente tecnico, Agostino Fortunato che svolgerà il delicato compito di DS e dall’amministratore delegato Giuseppe Calabrese. 

La squadra in campo potrà contare sull’esperienza del capitano Valerio Alterio, una lunga carriera alle spalle a calcare i campi di serie D, Ciro Porzio, giocatore fresco vincitore del play off promozione con il Vico Equense, autentico lusso per la categoria, chiamato a dare lustro e fantasia dalla trequarti verso gli ultimi metri. 

Poi ancora il difensore Salvatore Colantuono, gli attaccanti Gennaro Sabatino e Roberto Granato, i difensori Camillo Russo e Luigi Inserra e a centrocampo il figlio d’arte Gennaro Marasco. Un mercato di tutto rispetto, con la società che non ha tirato i remi in barca ed è pronta eventualmente a piazzare gli ultimi colpi.

Il progetto a Santa Maria la Carità guarda lontano, con la possibilità grazie allo stadio nuovo di giocare nel cuore della città per ambire a traguardi importanti. Un progetto che punta a coinvolgere le persone e creare passione e positività attorno alla squadra. Sarà un anno di transizione il prossimo, utile a gettare le basi per un futuro radioso, senza però rinunciare nel presente alla giusta ambizione che sempre deve guidare un progetto sportivo perchè questo cresca. 

Sarà indubbiamente lo stadio nuovo, una struttura all’avanguardia e ben attrezzata, il punto di partenza per il futuro. Un lusso una casa come quella in cui si ritroverà il Santa Maria, a maggior ragione se si guarda alla situazione generale del calcio in Campania, con molte società costrette a giocare in strutture non adeguate e senza certezze sul futuro.