L'allenatore granata Carmine Marotta è intervenuto ai nostri microfoni raccontando la situazione che avvolge il Casalnuovo. L'infortunio di Romano ennesimo episodio stregato

CASALNUOVO (NA) – Se il 2018 era terminato con 2 sconfitte consecutive, non è iniziata nel migliore dei modi la nuova annata della compagine napoletana. Solo un pareggio quello acciuffato all’81’ grazie ad una rete di Liccardi. Preoccupanti i numeri che girano intorno a questa squadra, uscita perdente tra le mura amiche dello Iorio sia contro l’Edilmer Cardito che contro la Virtus Goti. La situazione rimane comunque sotto controllo considerando che il Casalnuovo è, con 30 punti, in piena zona play-off a 4 punti dal secondo posto. Gli ingranaggi però, non sono gli stessi che questa brigata ci ha abituati. Andiamo ad analizzare tale situazione attraverso le parole dell’allenatore Carmina Marotta che afferma:

“Contro le Aquile Rosanero i ragazzi hanno espresso superiorità per tutta la durata della gara, non abbiamo quindi raccolto quello che meritavamo sul campo. Per quanto riguarda l’episodio arbitrale non ne faccio una colpa, penso che gli arbitri vadano aiutati. In questo periodo ci gira tutto storto, gli avversari non tirano e ci facciamo gol da soli come l’autorete di Rea, inoltre siamo meno cinici e stiamo segnando con il contagocce. Penso che il problema è di tipo mentale, alla minima occasione gli avversari ci puniscono, è un momento particolare. I ragazzi stanno dando il loro meglio per uscire da questa situazione, sono un gruppo di veri uomini con una società alle spalle che ci fa lavorare tranquilli. Alla lunga credo che riusciremo a raggiungere l’obiettivo prefissato dei play-off, ce la giochiamo con tutti. Purtroppo abbiamo perso Romano per almeno 2 settimane che starà fermo per una distorsione alla caviglia rimediata proprio nella sfida del Terra di Lavoro di Marcianise. Giovanni è un calciatore di un’altra categoria, gli auguro le migliori fortune perchè merita di più così come il nostro nuovo under Andrea Maisto che ritengo uno dei più forti della Promozione, ragazzo serio che si impegnano tanto. Ho un gruppo molto importante, non posso non citare ragazzi come: Orefice, Polverino, Russo, Carlino, Rea, Greco, Liccardi, Allocca, Miraglia che arricchiscono i valori di questa squadra così come gli stessi Pispico e Iorio, li ringrazio.