L'ex calciatore dei granata è stato ufficializzato dalla società attraverso un comunicato stampa che segue

MADDALONI (CE) – La Maddalonese riparte dai…maddalonesi! Con rinnovata passione e una massiccia dose di entusiasmo i colori granata si rimettono in moto per una stagione calcistica che nasce sotto i migliori auspici. Messe in archivio le difficoltà e le tribolazioni del passato campionato, la Maddalonese guarda al futuro con ritrovata serenità. Merito di una nuova dirigenza, nuovi obiettivi e soprattutto di una progettualità che parte dalla valorizzazione dei giovani. Non è assolutamente un caso, infatti, lo stage che si è svolto al Centro Sportivo “Talomonti” di Caserta riservato ai calciatori nati negli anni 2000/2001/2002. Il settore giovanile è più che mai un tesoro da custodire e da far crescere visti anche i lusinghieri risultati ottenuti nel recente passato.

Per il prossimo campionato di Promozione, la Maddalonese vuole recitare un ruolo importante anche in virtù di un compleanno speciale: i Cento Anni della storia granata. Al timone della società sale Maurizio Verdicchio, imprenditore amatissimo e radicato dall’instancabile trasporto verso la causa granata condivisa con la sua famiglia. Il suo interessamento alla Maddalonese è risultato decisivo nella scorsa stagione agonistica, conclusasi con una più che meritata salvezza. I ruoli “centrali” della neonata dirigenza sono, invece, affidati alla storia del calcio maddalonese: un autentico tris d’assi da oltre mezzo secolo legati alle vicende del “Cappuccini”. La carica di Vice Presidente tocca ad Innocenzo Lombardi, l’uomo che più di tutti ha permesso al calcio locale di sopravvivere e di superare le tempeste più impervie. Nessuno più di lui ha tenuto alto il vessillo granata. Poi tocca ai “bomber” che hanno infiammato i cuori e le domeniche di migliaia di tifosi. Saverio Sergio è il nuovo Direttore Generale, mentre toccherà a Michele Ferraro ricoprire la carica di Direttore Tecnico. Due nomi che rappresentano garanzia e continuità con la storia. Completano l’organigramma societario: il Team Manager Roberto Piccirillo, il Tesoriere Amedeo Ettougani, l’inossidabile segretario Antonio Desiato. Responsabile dell’Area Comunicazione sarà il giornalista Vincenzo Lombardi che curerà i rapporti con stampa, web, tv e social attraverso tante novità. Ad affiancarlo il giovane ma già affermato Grafic e Visual Designer, Davide Di Caprio.

Tanti buoni propositi per un’estate che dovrebbe vedere la Maddalonese svolgere un ruolo importante sul mercato. La prima ufficialità arriva dalla panchina con il nome del nuovo allenatore. Francesco “Ciccio” Portone è il mister scelto dal presidente Verdicchio per il campionato 2019/2020. Solo due mesi fa l’ultima partita da calciatore con la maglia della Maddalonese, ora questa nuova affascinate e sorprendente avventura. Per “Ciccio” (classe 1982, goleador di lungo corso con trascorsi in serie D con le maglie di Casertana, Pomigliano e Venosa oltre a quelle di Maddalonese, Vico Equense, Terracina, Formia ed Ebolitana), si tratta del debutto assoluto su una panchina di un torneo di Promozione dopo tante esperienze nei settori giovanili della “Caserta Academy”. Per Portone un debutto tra felicità e responsabilità. “Mai avrei immaginato di iniziare la carriera di allenatore in una piazza importante come Maddaloni. Il Presidente Verdicchio e la sua famiglia – afferma il neo Mister – hanno intenzioni serissime per il futuro del calcio granata e toccherà a tutti noi ripagare i sacrifici. È nata una società importante fatta di grandi professionisti, figure sulle quali sono sicuro di poter contare. Dovrò prendere la giusta confidenza con la panchina – scherza Portone – perché qualche volta mi scapperà di entrare in campo o di precipitarmi su un cross… Il mercato? Grande attenzione ai giovani e sicuramente qualche bella notizia per i nostri tifosi. Si apre una stagione dove tutti abbiamo voglia di fare bene e raggiungere obiettivi rilevanti sia a livello personale sia per riportare la Maddalonese ai livelli che merita. Ora testa al lavoro per completare l’organico tecnico e cominciare a strutturare la nuova rosa”.

Ufficio Stampa Maddalonese