Tanta giovinezza e idee, con lui lo storico club beneventano sogna di dare vita a uno dei migliori settori giovanili del territorio

MONTESARCHIO- Il Montesarchio storicamente è stata sempre una società improntata sui talenti del territorio. Tanti i giovani messi in mostra, nei 69 anni di storia, e concentrandoci sul presente il pensiero vola subito alla cessione di Francesco Di Blasio, giovane classe 2001, passato nella sessione di mercato invernale alla Cavese. Molto di questo successo recente va dato a Pasqualino Russo, responsabile della Scuola Calcio dell’ AC Montesarchio lì dove tanti ragazzi del territorio vengono educati e preparati tecnicamente per poi tentare il salto in prima squadra o essere ceduti a club professionistici. “Il calcio è la mia passione – racconta Russo – e lavorare per il Montesarchio, squadra del mio paese, è un onore e ciò mi spinge fortemente a mettermi a disposizione. Come me, tutta la società ama Montesarchio ed il calcio: sono persone perbene che fanno sport con serietà e genuinità“. La squadra beneventana, negli ultimi anni, ha vissuto con la prima squadra momenti di alti e bassi. Prima Categoria, Promozione e la storica Eccellenza. Anni recenti in cui comunque le diverse società hanno dato lustro alla cittadina mettendo in mostra un calcio fatto di valori. Per Russo, “Montesarchio merita di lottare nelle categorie che vanno dalla Promozione e l’Eccellenza con l’obiettivo principale che resta sempre quello di valorizzare quanto di buono costruito nel settore giovanile“. Settore giovanile che il Montesarchio sta portando avanti in maniera egregia nonostante i problemi di logistica che ci sono, vista la mancanza di una struttura locale. Per questo, molto merito va a Pasqualino Russo che non nasconde comunque le grosse difficoltà che ci sono: “Non è facile portare avanti un qualcosa di positivo con alcune difficoltà. Non avere una struttura nel nostro paese ci crea grosso disagio sia per noi responsabili che per le famiglie che accompagnano i figli. Fortuna vuole che a Montesarchio ben presto avremo un campo agibile, così da poter lavorare ancora meglio”. Dalla cantera montesarchiese, negli anni sono venuti fuori molti giovani interessanti. Ultimo in ordine di tempo, dicevamo prima, è stato Francesco Di Blasio, passato alla Cavese. Grossa la soddisfazione del club biancoazzurro, sottolineato anche da Russo: “Per noi, è soddisfazione e un enorme felicità vedere un ragazzo che fino a pochi giorni fa si allenava con noi passare in una società professionistica, dove potrà continuare a cullare il suo sogno. Francesco è un ragazzo in gamba, una persona seria e predisposta al lavoro, oltre ad avere i mezzi tecnici poter competere dove si trova ora. Sono sicuro, così come tutta la società, che può fare bene e togliersi soddisfazioni: noi gli daremo tutto il supporto possibile”. Tanti giovani sono passati dalla Juniores alla prima squadra, che sta disputando un campionato impressionante nel girone A di Promozione. Secondi in classifica alle spalle della capolista Marcianise, gli uomini di Lombardo stanno fin qui facendo un autentico miracolo facendosi apprezzare come squadra che gioca a calcio e cerca, con belle trame, di portare a casa sempre i tre punti. “Il merito di questa grande stagione è senza ombra di dubbio di Mister Lombardo, il miglior allenatore della categoria per distacco. Abbiamo la fortuna poi di avere un grande staff e dei calciatori uomini, che dopo il lavoro vengono ad allenarsi e a dare tutto per la squadra del proprio paese facendo anche da chioccia ai tanti giovani in rosa. Non dimentichiamo però società, del ds Tinessa, del vice presidente Nazzaro e del presidente D ‘ Ambrosio che, nonostante il risultato finale deludente dell’anno scorso, hanno creduto ancora in questa squadra e in questi ragazzi e credo che la scelta li stia ripagando in pieno“. Cosa si aspetta dal futuro il Responsabile della Scuola Calcio? “Per il futuro non ci poniamo limiti. Puntiamo alla crescita costante sia tecnica che umana di tutti i nostri ragazzi, con la speranza di portarli ad un buon livello e magari di lanciare qualcuno nel calcio che conta. Oggi, mi preme evidenziare gli ottimi risultati della categoria Allievi dove possiamo vantare 9 vittorie su 9, 40 gol fatti e 3 subiti con i numeri che parlano da sé. Qualche ragazzo degli Allievi si è già allenato in prima squadra e qualcuno ha già esordito ovvero Luciano Giandomenico, classe 2002. I ragazzi ci sono, ora sta a noi e a loro vedere dove si può arrivare. Montesarchio risponde bene, ma possiamo fare sempre di più. Chi ci ha conosciuto, sa che persone siamo e come lavoriamo. Oggi abbiamo un bel numero di ragazzi che avevamo già 4 anni fa e che, negli anni, continuano a seguirci costantemente. Ciò ci rende soddisfatti ma non ci appaga, bisogna fare sempre di più, e noi per questi ragazzi siamo pronti ad offrire sempre il meglio di noi stessi”.