Al termine della 23esima giornata del Campionato Promozione per i gironi A e B, Campania Football ha stilato la sua Top 11 e l'allenatore che maggiormente si sono messi in mostra nelle gare del week - end

NAPOLI - È tempo di stilare la TOP 11 per quanto riguarda la categoria Promozione. Seguendo sempre il regolamento del CR Campania, che impone alle società di dover schierare obbligatoriamente tre under (1999, 2000 e 2001), mettiamo in campo quello che per noi rappresentano il miglior undici di giornata facendo riferimento alla 23esima giornata del Campionato Promozione  per i gironi A e B.

MODULO 4-2-4

PORTIERE

Emmanuel Saltalamacchia (2001) – MAUED SPORT
È decisivo ai fini del risultato grazie ad un prodigioso intervento su bomber Pellecchia, che calcia il solito rigore perfetto ma trova sulla sua strada Saltalamacchia. La sua parata, insieme ai gol di Campese e Marino, sarà decisiva per permettere alla Maued di battere il Don Guanella e portarsi a – 1 dalla salvezza diretta.

DIFENSORI

Giuseppe Guadagno – VILLA LITERNO CALCIO
È un difensore, ma dal punto di vista realizzato sembra quasi un attaccante. Ottava rete in stagione, ennesimo guizzo che porta avanti il Villa Literno che però non riesce a portare a casa i tre punti per via di una lettura errata di Chianese e Caputo. Guadagno invece fa la sua solita grande gara nel ruolo di terzino destro, sgroppa sulla fascia e, soprattutto nella ripresa, manda a tu per tu col portiere per ben due volte Annunziata che sciupa.

Alessandro Fiscariello – FORZA E CORAGGIO BN
Comanda la sua area di rigore, spazza ogni pericolo e si immola, nel primo tempo, a salvare su Olivieri che si era trovato solo davanti al portiere. Grande gara quella di Fiscariello in difesa, che nella ripresa si regala anche la gioia del gol in contropiede con un destro preciso in are che porta sul definitivo 0-2 la Forza e Coraggio.

Francesco Zacchia (2001) – AQUILE ROSANERO CE
Ennesima prova da incorniciare per questo talento, che difende egregiamente la sua porta contro avversari del calibro di Russo, Flaminio e Perna dimostrando qualità sopra la media sia in fase difensiva che di spinta: suo infatti l’assist che permette a Toscano di segnare la rete che decide la sfida con l’Edilmer.

Pasquale Accurso – SSD ISCHIA CALCIO
Sempre tra i più positivi dell’ Ischia nonostante l’annata tra luci ed ombre degli isolani, detta legge a sinistra con i suoi soliti km macinati lungo la fascia. Tanti i traversoni e le sovrapposizioni, prova a mettere in porta prima Rubino e poi Invernini che, soli davanti alla porta, sciupano due grosse occasioni.

CENTROCAMPISTI

Ciro Porzio – VICO EQUENSE 1958
Il San Giuseppe chiude i varchi e costringe il Vico Equense a non giocare, lui però è tra quelli più volenterosi e vogliosi di dare una scossa. Ci prova dalla distanza con la sua tecnica, sfiora la rete più volte e la trova, nella ripresa, con un rigore calciato in maniera perfetta: portiere da un parte, palla dall’altra ed il Vico torna a vincere.

Salvatore Vitagliano – SSD ISCHIA CALCIO
Nel momento più difficile e critico della stagione, da esperto qual’è si prende l’Ischia sul groppone e la trascina con una bellissima punizione alla vittoria. Una rete fondamentale per continuare a lottare per i Play Off e tornare alla vittoria contro un Rione Terra tutt’altro che facile da superare. Ma è bastato il suo sinistro a battere Rippa, che poi si è reso protagonista di un’altra grande parata sempre sul “10” ischitano, vero e proprio trascinatore e uomo abituato a vincere.

ATTACCANTI

Ivan Napolitano (2000) – PONTE 98
Punisce il Villa Literno alla prima occasione utile con un bel inserimento in area che prende controtempo tutta la difesa, la sua è una gara da incorniciare per sacrificio, abnegazione e voglia che mette su ogni pallone. La sua rete è ossigeno per il Ponte che mette un altro piccolo mattoncino nella corsa alla Maddalonese.

Giovanni Romano – FC CASALNUOVO
Gara difficile contro un avversario duro come il Vitulazio, ma nessun problema ci pensa l’uomo della differenza. Romano è tutto qui, un attaccante che segna in tutti i modi e che diventa sempre più difficile da contenere anche perché col Vitulazio segna due gol di testa. Eppure non ha i centimetri di Liccardi, ma la sua esplosività ed i suoi inserimenti sono così impressionanti da rendere tutto possibile. Così, segna una tripletta che schianta i casertani e permette, al tempo stesso, al Casalnuovo di portarsi ad un solo punto dal secondo posto: nel frattempo, però, Romano vuole anche la classifica marcatori e Parente, che è a quota 18 reti, ora dista solamente un gol.

Francesco Vitale – AC SANT’ANTONIO ABATE
Altro giro, altra gara, altra doppietta. Cambiano gli avversari, cambiano le competizioni ma alla voce gol fatti c’è sempre il solito nome. Ciccio Vitale fa 22 in classifica marcatori, due gol di bella fattura in area che lo incoronano re degli attaccanti in una categoria, la Promozione, che gli fa onestamente il solletico.

Lorenzo Costagliola – ISOLA DI PROCIDA
Terza rete di fila e doppietta col San Pietro, Lorenzo Costagliola prova a prendersi il suo Procida in questo finale di stagione con la voglia di risalire la classifica e prendersi la migliore posizione possibile in ottica Play Off. Cuore procidano Costagliola, bravo a risolvere la pratica San Pietro, un avversario sulla carta facile ma che rischia di diventare difficile per via del campo e di una squadra, quella locale, che non vuole mollare un centimetro. Sale quindi in cattedra l’attaccante che apre e chiude la contesa portando a casa tre punti fondamentali!

ALLENATORE

Angelo Valerio – US MARCIANISE
Mancano ancora sette giornate e la matematica dice che bisogna ancora aspettare per festeggiare. Tuttavia la vittoria col Montesarchio ha sancito ufficiosamente la vittoria del campionato alla squadra di Valerio, un esordiente capace di plasmare un gruppo fatto di tanti buoni giocatori e di portarli strameritatamente alla vittoria di un campionato che non è mai stato in discussione. Una fuga lunga mesi, un percorso pressoché perfetto in cui Valerio è stato sempre bravo, nel trovare motivazioni e nel leggere le gare al modo giusto, finendo per vincere alcune partite fondamentali, vedi con Villa Literno e Montesarchio, nei minuti finali. Merito delle scelte come in occasione dell’ultima gara con Allegretta che subentra e spacca la gara decidendo una gara che, dopo il pari su rigore dei caudini, sembrava essere morta sull’1-1. Ed invece no, la squadra marcianisana mostra cuore e voglia andandosi a prendere la meritata Eccellenza. PREDESTINATO!