I falchetti giocano bene per larghi tratti ma la poca precisione in avanti e una difesa da registrare hanno pesato sul risultato finale

CATANZARO (CZ) - Una sconfitta pesante per una Casertana che gioca bene ma non trova il gol venendo travolta, nei supplementari, dal Catanzaro per 4-1. I falchetti resistono 90 minuti prima di soccombere nei tempi supplementari subendo tre reti.

La gara parte con i padroni di casa subito pericolosi con Celiento che di testa sfiora il vantaggio. La Casertana reagisce è risponde con Santoro che impegna Adamonis. La gara è gestita dai falchetti che continuano a macinare gioco e al 24′ arriva l’episodio più clamoroso, dopo un azione manovrata il pallone giunge a Castaldo che centra il palo. I ragazzi di mister Ginestra ci provano anche da calcio piazzato con Zito che impegna ancora Adamonis che si rifugia in angolo. Sugli sviluppi del corner è Laaribi, servito di tacco da Zito, che da fuori mette ancora in difficoltà Adamonis. Il primo tempo si chiude così sullo 0-0 nonostante il predominio dei falchetti. 

La ripresa si apre male per gli ospiti che vanno sotto dopo appena due minuti Calì in girata manda in vantaggio i giallorossi. La Casertana risponde subito con Zito che in diagonale impensierisce ancora il portiere di casa. La gara si accende con azioni da entrambe le parti, il Catanzaro ci prova con Di Livio che dalla distanza sfiora la traversa. Intorno all’ora di gioco gol annullato, alla Casertana, di D’Angelo fermato in offside. Kanoute sfiora il raddoppio con una girata che trova attento Crispino, sul ribaltamento di fronte Longo sfiora il gol esaltando ancora le doti di Adamonis. Al 84′ arriva il gol del pari, il neo entrato Cavallini alla prima occasione scaglia una sassata che si infila all’angolino per il meritato pari. Non accade più nulla e i tempi regolamentari si chiudono in parità dopo una gara bella.

I tempi supplementari si aprono male per gli ospiti, Nicastro sugli sviluppi di calcio d’angolo insacca alle spalle di Crispino per il 2-1. Passano dieci minuti e Kanoute con un tocco sotto porta a tre le reti giallorosse, Castaldo prova subito a riaprire la gara ma il suo diagonale finisce fuori. Finisce qui il primo tempo supplementare.

La ripresa sembra la fotocopia del primo, pronti via e il Catanzaro trova il quarto gol, è ancora Nicastro che batte Crispino e chiude la contesa. I falchetti non ci credono più mentre i calabresi si limitano a gestire portando il risultato fino al 120′.

Una Casertana sfortunata e troppo ballerina in difesa deve cedere il passo ad un Catanzaro cinico e bravo a incassare e poi colpire. Termina qui l’avventura in Coppa per la Casertana approdo al secondo turno invece per il Catanzaro. 

US CATANZARO 1929 4-1 (1-1) d.t.s. FC CASERTANA 1908

MARCATORI: 3’st Calì, 39’st Cavallini, 3’pts e 4’sts Nicastro, 13’pts Kanoute

US Catanzaro (3-4-3): Adamonis; Celiento, Martinelli, Riggio; Casoli, De Risio, Urso (2’pts Risolo), Nicoletti (40’st Signorini); Giannone (20’st Nicastro), Calì (20’st Kanoute), Di Livio.

A disposizione: Mittica, Favalli, Maita, Fischnaller, Figliomeni, Cristiano.

Allenatore: Gaetano Auteri

FC Casertana 1908 (3-5-2): Crispino; Rainone, Caldore Clemente; Longo (10’pts Adamo), D’Angelo, Santoro (27’st Lezzi), Laaribi (33’st Cavallini), Zito (14’st Floro Flores); Starita, Castaldo.

A disposizione: Zivkovic, Galluzzo, Gonzalez, Ciriello, Matese, Varesanovic.

Allenatore: Ciro Ginestra

ARBITRO: Sig. Claudio Panettella di Bari
ASSISTENTI: Sig. ri Dentico – Belsanti
IV UOMO: Sig. Carella di Bari

NOTE. Spettatori: 3000 circa, di cui circa 100 provenienti da Caserta. Ammoniti: Giannone, Clemente, Martinelli, Casoli; Rainone. Recupero: 2’pt; 3’st.

 

Foto: Pagina Facebook Casertana F.C.