Il tecnico metelliano analizza con rammarico il pareggio sfumato a pochi secondi dalla fine contro la squadra rosanero

CAVA DE' TIRRENI (SA) - Prima conferenza post partita per Salvatore Campilongo che analizza la prova dei suoi contro i rosanero: “Sono soddisfatto della prova dei miei, se consideriamo che siamo in emergenza abbiamo fatto la nostra gara. Non credo che il Palermo abbia dominato perché nel primo tempo, tranne il rigore, che non c’era, non hanno creato altre occasioni. La migliore occasione è stata nostra con Germinale. È chiaro che il Palermo è tecnicamente superiore e noi abbiamo bisogno di qualità che al momento manca ma se andiamo d analizzare gli episodi nella ripresa sono nati per demeriti nostri”. Calciatori che nella ripresa arrivavano sempre dopo sul pallone: “Più che di mancanza di condizione fisica parlerei di paura. I ragazzi sono bloccati mentalmente e questo non ci permette di aggredire l’avversario e ripartire in contropiede. Loro hanno un centrocampo molto tecnico e anche questo ha influito, facevano girare bene il pallone nonostante il campo pesante”.
Un goal nato da una punizione evitabile: “Siamo stati ingenui visto che eravamo sulla linea laterale in due contro uno anche se l’arbitro è stato molto magnanimo a concederla. È un vero peccato beccare goal al 94′ perché con un pareggio avremmo potuto affrontare la settimana in maniera diversa, è chiaro che questa squadra ha bisogno di esperienza ma bisogna comunque lavorare tanto per migliorare su queste situazioni”.
Ci si attendeva di più dai senatori: “Ovvio che dagli over mi aspetto di più soprattutto da Russotto, è il nostro calciatore più tecnico e mi aspetto che lui si carichi la squadra sulle spalle e la trascini al risultato. Gli over presenti devono dare di più in attesa che ci sia l’inserimento di altri che arriveranno dal mercato”. Chiusura sull’infortunio di Cuccurullo: “Per lui una semplice distorsione ma sta bene, non è nulla di grave”