Il tecnico dei nerazzurri sorride per la vittoria ottenuta, ma richiama l'attenzione in vista della sfida di ritorno del Torre

BISCEGLIE - Nonostante alcune difficoltà o, come definite in conferenza, alcune paure mostrate nel secondo tempo, appare evidentemente soddisfatto del risultato ottenuto nel match di andata dei playout il tecnico del Bisceglie Giovanni Bucaro. La vittoria, tuttavia, non deve diventare un’arma a doppio taglio, avverte mister Bucaro, perché per raggiungere la salvezza sarà fondamentale scendere in campo con lo stesso atteggiamento anche nell’ardua sfida di Pagani.

DOPPIO VANTAGGIO IN OTTICA RITORNO – “Sono soddisfatto perché abbiamo vinto, ma sicuramente potevamo fare meglio. Questo perché abbiamo fatto un grande primo tempo, ma nel secondo ci siamo abbassati troppo ed è subentrata un po’ di tensione che non ci ha fatto replicare quanto fatto nella prima parte, e purtroppo abbiamo preso un gol che si poteva evitare.
Sicuramente sarebbe stato meglio andare a Pagani con due gol di vantaggio, però è stato importante vincere. Noi sapevamo che almeno una delle due gare avremmo dovuto vincerla ed ora siamo a metà dell’opera. Andremo lì a giocarci le nostre chance, ma siamo convinti di poter portare la barca in porto.”

PROBLEMI SECONDO TEMPO – “Siamo andati un po’ in paura agonistica, ci siamo abbassati troppo e non riuscivamo più a ripartire. Purtroppo può capitare.”

CAPITOLO CAMBI – “Stavamo facendo anche benino. Volevamo vedere come si evolveva la situazione, anche perché stavamo bene in campo. Non sono arrivati tardi, ma semplicemente sono arrivati quando dovevano essere fatti.”

SGUARDO AL RITORNO – “Noi dobbiamo avere un atteggiamento positivo, ovvero dobbiamo cercare di fare la partita. La dimostrazione l’abbiamo avuta oggi e non possiamo permettercelo. Dobbiamo andare là a giocare palla su palla, a viso aperto, per mettere in difficoltà la Paganese che si giocherà tutto in una partita.
Il ritorno di Pedrini e Zagaria darà la possibilità di avere più atleti a disposizione, anche perché oggi abbiamo avuto qualche difficoltà a fare cambi sugli esterni proprio perché non c’era Pedrini.”

 

 

Foto credits: Bisceglie Facebook Account