Derby senza storia al “Simonetta Lamberti”. La Cavese lo fa suo con un sonoro 4-0 e una prestazione al limite della perfezione, nonostante alcune pesanti defezioni (Rosafio, Migliorini e Pugliese). La Paganese di De Sanzo è stata la grande assente. Mai in partita. Dal primo all’ultimo minuto.
LA CRONACA – Comincia come meglio non potrebbe la Cavese, che trova il vantaggio con Fella già al 5′, che, lanciato in profondità da Sainz-Maza dopo una palla recuperata a metà campo, con un destro al fulmicotone non lascia scampo a Galli dai 16 metri. Galli evita il raddoppio al 19′ respingendo a fatica il tiro di Sainz-Maza sugli sviluppi di una punizione ben articolata dallo stesso spagnolo e Ciccio Favasuli.
Ancora su palla inattiva la Cavese ha una clamorosa palla-gol per raddoppiare con Fella, sul cui cross a porta quasi sguarnita, Magrassi non trova il tempo giusto per il tap-in vincente.
I ritmi infernali di inizio gara calano dopo la mezz’ora, con la Cavese che resta, tuttavia, padrona del campo e proprio allo scadere trova il raddoppio. Da una rimessa con le mani di Palomeque, Nunziante trova il cross perfetto al centro dell’area, che Fella, colpevolmente libero da marcature, spedisce alle spalle dell’incolpevole Galli, tradito anche da una deviazione di un compagno di difesa.
RIPRESA – De Sanzo dopo 5 minuti cambia volto alla squadra. Inserisce subito tre pedine fresche, tra cui Scarpa, e passa alla difesa a quattro. Nemmeno il tempo di sistemarsi col nuovo modulo, che la Cavese confeziona il tris (12′) con Magrassi, che sul perfetto assist di Sainz-Maza elude la trappola del fuorigioco e deposita il pallone in rete dopo aver superato anche Galli in uscita. L’ex Ravenna fa il bis 5 minuti più tardi: prima vince un duello fisico con Piana e poi con un interno destro chirurgico confeziona il 4-0.
A risultato ormai compromesso De Sanzo si gioca anche la carta Cappiello; Modica dà fiato a Filippini e a Magrassi – standing ovation per lui – inserendo Ferrara e Agate.
Una rovesciata di Scarpa al 29′ è il primo sussulto della ripresa degli ospiti. A cui replica Parigi qualche minuto più tardi. Troppo poco per impensierire una Cavese formato play-off.

CAVESE 4- 0 PAGANESE
[Cava de’ Tirreni, 17-03-2019 | “Simonetta Lamberti” | ore 14,30]
CAVESE: De Brasi, Palomeque, Silvestri, Favasuli, Fella (40′ st. De Rosa), Bacchetti, Tumbarello (32’st. Castagna), Nunziante, Magrassi (19′ st. Agate), Filippini (19′ st. Ferrara), Sainz-Maza (40′ st. Flores Heatley). A disposizione: Bisogno, Manetta, Buda, Logoluso, Flores Heatley, Bruno, La Ferrara, Dibari.
Allenatore: Modica
PAGANESE: Galli, Gaeta, Navas (5′ st. Tazza), Di Renzo (5′ st. Scarpa), Stendardo, Carotenuto, Della Morte (19′ st. Cappiello), Piana, Parigi, Capece (32′ st. Nacci), Dellafiore (5′ st. Perri). A disposizione: Santopadre, Nacci, Sapone, Diop, Alberti, Acampora, Gifford.
Allenatore: De Sanzo
ARBITRO: Repace (Perugia)
ASSISTENTI: Massara (Reggio Calabria) e Catucci (Pesaro)
RETE: 5′ e 45′ pt. Fella (C), 12′ e 18′ st. Magrassi (C)
AMMONITI: De Rosa (C), Cappiello (P)
NOTE: Spettatori 1.899 (paganti 1658 + 241 abbonati). Un minuto di raccoglimento per ricordare Renato Cipollini, ex portiere, che ha rivestito anche il ruolo di Direttore Generale della Lega Pro. Angoli 4-0 per la Cavese. Recupero: 1’ pt. e 4’ st.