L’attesa è finita, una delle pretendenti al titolo affronta la prima della classe. Un Catania rivoluzionato, proveniente dalla vittoria contro il Catanzaro ospita una Juve Stabia imbattuta:

Vespe più vive dei padroni di casa. Colpo di testa tentato da Paponi sul cross dalla destra di Melara che si spegne alto al 3′ minuto. All’8′ minuto sono ancora i gialloblù a rendersi pericolosi, questa volta con Giuseppe Torromino che dai 25 metri spara largo alla sinistra di Pisseri.
Calcio di rigore per il Catania al 10′ alla prima discesa pericolosa degli etnei in tutto il primo tempo: spinta di Marzorati su Marotta lanciato in area di rigore da Di Piazza. Sul dischetto si presenta Lodi che, freddissimo, spiazza Branduani e fa 1-0.
Cercano ancora una volta di farsi vedere in attacco le vespe al 16′, con un’azione dalla destra di Melara che, dopo un velo di Canotto, serve al centro Paponi che di poco, davvero poco, va vicino al gol del pareggio. L’asse caldo è sempre quello formato dal duo Paponi Melara: al 19′ è ancora Melara a fornire all’attaccante ex Bologna l’ennesimo buon cross dalla destra, il quale non viene finalizzato da un Paponi leggermente ostacolato dall’intervento di Bucolo. Al 25’minuto torna a farsi vedere pericolosamente dalle zone di Branduani il Catania; da calcio d’angolo, Baraye mette dentro un pallone teso per la testa di Silvestri, che pero non impatta benissimo, sprecando tutto. Un minuto dopo, però, sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi, grazie ad uno stacco impetuoso di Marotta a pochi passi dall’area piccola di porta; il pallone però so spegne sul fondo con il portiere dei gialloblù che sembrava essere comunque sulla traiettoria del tiro. Non mollano un centimetro però gli ospiti, che al 33′ minuto hanno l’occasione perfetta per pareggiare: Calò, dal limite dell’area vede l’inserimento perfetto di Canotto, il quale, dinanzi a Pisseri – ma leggermente spostato verso l’angolo dell’area piccola di rigore – conclude addosso al portiere ex Juve Stabia, che poi rimane anche a terra per un colpo subito. Finisce senza tante emozioni in finale della prima frazione di gioco tra i siciliani e i campani.

Il secondo tempo parte forte per le vespe che dopo aver rubato palla a Lodi si porta in avanti con Canotto che di sinistro prova ad impensierire Pisseri ma il pallone finisce a lato. Al 49′ minuto risponde subito il Catania con Marotta che prova a trovare il raddoppio ma fa buona guardia Branduani; occasione sprecata per gli etnei. Dopo qualche minuto, siamo subito sull’altro fronte con Torromino che rientra e calcia subito di destro ma l’estremo difensore siciliano blocca senza problemi. Al 51′ minuto, miracolo di Branduani su Marotta che davanti al portiere stabiese spreca tutto tirando centralmente ma ottimo intervento dell’estremo difensore gialloblu. Al 61′ minuto perde palla ingenuamente Calò che libera al tiro Bucolo ma ancora una volta, il numero 26 stabiese riesce a respingere e salva il risultato. Risponde dopo pochi secondo la Juve Stabia con lo stesso Calò che riesce a trovare Canotto che non riesce a respingere in rete di testa da due passi dalla porta rossazzurra. Al 65′ minuto è ancora la squadra di casa che si rende pericolosa con Lodi servito da uno scatenato Manneh, la palla finisce di poco sul palo alla sinistra di Branduani. Al 74′ minuto, occasionissima per le vespe con Carlini che viene anticipato da Pisseri all’ultimo. Il Catania gestisce bene la palla in questi minuti di gioco vicino al 90′ minuto. Dopo 4 minuti di recupero, la partita finisce con la seconda vittoria consecutiva per gli etnei e la prima sconfitta in campionato per la Juve Stabia.

 

TABELLINO

CATANIA (3-5-2): Pisseri, Aya, Silvestri, Marchese (56′ Manneh), Calapai, Bucolo (71′ Carriero), Lodi (81′ Valeau), Biagianti, Baraye, Marotta, Di Piazza (71′ Sarno).

A disposizione: Bardini, Lovric, Valeau, Carriero, Angiulli, Llama, Manneh, Sarno, Liguori, Brodic, Curiale, Mujkic.

Allenatore: Walter Novellino.

 

JUVE STABIA ( 4-3-3): Branduani, Melara (67′ El Ouazni), Troest, Marzorati, Germoni, Vicente (67′ Mastalli), Calò (79′ Di Roberto), Carlini, Canotto, Paponi, Torromino (56′ Elia).

A disposizione: Venditti, Esposito, Vitiello, Schiavi, Dumancic, Viola, Mezavilla, Mastalli, Castellano, Elia, El Ouazni, Di Roberto.

Allenatore: Fabio Caserta

 

ARBITRO: Simone Sozza di Seregno

ASSISTENTI: Alessio Saccenti di Modena, Marco Trinchieri di Milano

 

RETI: 11′ Lodi (CT)

AMMONITI: 42′ Marchese (CT), 58′ Vicente (JS), 61′ Marotta (CT), 89′ Biagianti (CT)

ESPULSI: