Il tecnico degli aquilotti vuole una squadra senza paura per provare a strappare la prima vittoria della sua gestione su un campo ostico

CAVA DE' TIRRENI (SA) - Vigilia di campionato per la Cavese di mister Maiuri che in sala stampa presenta la delicata sfida in programma domani al “G. Bonolis” di Teramo contro la squadra abruzzese.
Quella di domani sarà la quinta gara alla guida della Cavese, una squadra diversa rispetto a quando è arrivato un mese fa: “La crescita della squadra c’è stata soprattutto nella compattezza. Vedo la squadra che mostra una certa unità d’intenti sono tutti protesi verso lo stesso obiettivo e tutti hanno la stessa voglia di fare risultato. Rispetto a quando sono arrivato sono diventati un unico gruppo”.
Si giocherà su un campo sintetico che mostra condizioni ottimali, un motivo in più per cercare di creare gioco: “Giocheremo su un buon campo, cercheremo di fare la nostra gara contro una buona squadra. I ragazzi hanno voglia di fare risultato e presto vi accorgerete che la classifica che abbiamo è molto bugiarda”.
Bisognerà che si sblocchi l’attacco finora troppo sterile: “Nelle ultime gare abbiamo fatto tanto gioco subendo poco ma purtroppo in avanti facciamo fatica a segnare. Non voglio buttare la croce su nessuno ma bisogna ricordarsi che uno dei giocatori reintegrati è un attaccante (Germinale) e non è semplice per nessuno passare da fuori lista a titolare. Chi è stato fuori mi sta dando il massimo per quello che può in questo momento e l’atteggiamento di tutta la squadra è quello giusto. Finché l’atteggiamento sarà quello giusto per me i miei ragazzi restano i migliori, gli aspetti tecnici e tattici si possono migliorare ma vi posso assicurare che il nostro chiodo fisso è portare la Cavese alla salvezza”.
Forse è Il momento di provare alternative davanti: “In queste settimane ho provati diversi schemi di gioco ma mi sono accorto che questa squadra può giocare solo in questo modo (4-3-3, ndr), cambiando schema troppi calciatori verrebbero penalizzati e sarebbe un peccato. La sterilità offensiva è una defezione del momento che passerà, non è un problema dei singoli, toccherà a me metterli nelle condizioni migliori per tornare a fare goal”.
Un avversario che segna spesso con il suo gioco arioso sviluppato soprattutto sulle fasce, fondamentale il lavoro delle mezze ali: “Sarà fondamentale il lavoro di tutta la squadra. Noi non dobbiamo guardare in faccia a nessuno, dobbiamo fare la nostra partita e mettere in campo una prova eccezionale. Sappiamo che l’avversario è forte, se vogliamo realmente ridurre il divario dalle altre bisogna assolutamente portare a casa i tre punti”.

Al termine della conferenza stampa il tecnico metelliano ha diramato la lista dei convocati, tornano Oviszach, ripresosi dall’infortunio, in attacco e Cuccurullo a centrocampo reduce dal turno di squalifica. Assenti Montaperto, Senesi e Migliorini. Questo l’elenco dei 24 a disposizione per il Teramo:

PORTIERI: 1 Bisogno, 22 Paduano, 38 Russo

DIFENSORI: 2 Matino, 3 Ricchi, 13 Marzupio, 17 Tazza, 26 Cannistrà, 27 De Franco, 28 Nunziante, 36 Semeraro

CENTROCAMPISTI: 5 Lulli, 8 Favasuli, 11 Onisa, 15 Cuccurullo, 21 Matera, 31 Esposito, 34 Pompetti

ATTACCANTI: 7 Russotto, 9 De Paoli, 10 De Rosa, 19 Oviszach, 20 Germinale, 37 Vivacqua