Parola al presidente corallino

TORRE DEL GRECO (NA) - Espone il suo disappunto il presidente corallino, che fa il punto della situazione e sogna i playoff:

“Ho visto un ottimo Avellino, diverso dalla partita d’andata. Squadra molto forte che ha meritato di vincere. Noi di solito siamo squadra da secondo tempo, lo siamo stati anche stavolta, ma non siamo riusciti a risalire la china. Di certo non è stata una delle nostre migliori prestazioni. Resta la salvezza, quindi una sconfitta con l’Avellino ci può stare, ma con la testa siamo già alla partita successiva. E se gli fai notare che, nonostante lo scivolone casalingo”.

E sui playoff:

“Non voglio sembrare uno di falsa modestia, ma ribadisco che per noi l’obiettivo resta sempre la salvezza, cioè quello che abbiamo fissato ad inizio campionato. È chiaro che abbiamo fatto un ottimo girone d’andata, ma dobbiamo giocare sempre con la stessa umiltà, pensare sempre che i punti da fare siano quelli utili per la salvezza, poi se arrivano i playoff… sarebbero una ghiotta occasione se ci fosse il pubblico perché senza tifosi lasciano il tempo che trovano”.

E sulla vicenda di quest’estate dove l’Avellino fu vitale ai corallini, grazie alla concessione del “Partenio”:

“Saremo sempre molto grati all’Avellino, al sindaco Festa. La Turris e la città di Torre del Greco non dimenticheranno mai ciò che hanno fatto per noi, che con la disponibilità di utilizzare l’impianto di Avellino ci diede di fatto la possibilità di iscriverci a questa categoria, anche se per fortuna alla fine non ce n’è stato bisogno”.