Partita da subito nelle mani delle vespe grazie alla doppietta dell'uomo partita, Matteo Stoppa

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) - 90 minuti ai limiti della perfezione per gli uomini di Stefano Sottili che riescono ad avere il pieno controllo del match grazie alle giocate di Stoppa ed Eusepi. La trequarti gialloblu decisiva per rifilare un tris che vale i play-off:

JUVE STABIA CHIAMA, FOGGIA RISPONDE – Primi 45 minuti di pura emozione tra le due compagini. Iniziano i padroni di casa ad andare vicino al vantaggio dopo nemmeno un minuto di gioco con Bentivegna, ma la sua conclusione viene scacciata in corner da Alastra. Si mettono in moto anche i rossoneri con Vitali, l’esterno offensivo si presenta tutto solo ma Dini cala il miracolo all’esordio respingendo la conclusione in diagonale dell’attaccante. Gli ospiti incominciano a conquistare terreno e vanno vicino al vantaggio con la conclusione dalla distanza di Garofalo, la sfera colpisce la traversa. Poco prima della mezz’ora arriva quella che sarà l’ultima occasione da rete per gli uomini di Zeman: è sempre Vitali ad andare vicino all’1-0 ma anche questa volta Dini risponde presente.

1-2 MICIDIALE – Al 29′ arriva il vantaggio gialloblu con l’autorete di Di Pasquale sul cross tagliato di Ceccarelli. Bastano esattamente 3 minuti e la Juve Stabia trova il raddoppio con uno scatenato Stoppa. Il fantasista di Sottili viene lanciato in campo aperto da Eusepi, salta il portiere e infila in rete uno dei gol più facili della sua carriera, è 2-0 per i padroni di casa.

LA MAGIA DI STOPPA – Nel secondo tempo la Juve Stabia prova subito a chiudere la partita e lo fa con il duo Eusepi-Stoppa, il numero 7 sbaglia clamorosamente a porta vuota. Ma è solo questione di minuti perché è lo stesso fantasista gialloblu che salta due avversari e mette in porta la rete del 3-0 con una giocata spaziale. Il Foggia ormai sembra arrendersi, ma c’è spazio anche per la gioia personale di Rizzo Pinna per il gol della bandiera: il centrocampista rossonero punisce Dini dalla distanza. Nel finale c’è tempo per la possibilità del poker delle vespe con il calcio di rigore procurato da Guarracino ma Schiavi si fa parare la conclusione. Sono solo dettagli per una vittoria importante per gli uomini di Sottili.

 

TABELLINO DEL MATCH:

Juve Stabia – Foggia (2-0) 3-0

Marcatori: 29′ Di Pasquale (A) (JS), 32′ Stoppa (JS), 69′ Stoppa (JS), 84′ Rizzo Pinna (FO)

 

Juve Stabia (4-2-3-1): Dini; Donati, Troest, Caldore, Dell’Orfanello, Scaccabarozzi (85′ Erradi), Altobelli; Ceccarelli (80′ Della Pietra), Stoppa (80′ Guarracino), Bentivegna (45′ Schiavi); Eusepi (85′ Peluso).

A disposizione: Russo, Pozzer, Peluso, Davì, Schiavi, Tonucci, Erradi, Guarracino, Della Pietra, Cinaglia, Esposito, Evacuo.

Allenatori: Stefano Sottili

 

Foggia (4-3-3): Alastra; Martino, Di Pasquale (55′ Markic), Girasole, Rizzo; Gallo (75′ Tuzzo), Garofalo, Di Paolantonio; Turchetta (59′ Merola), Vitali (75′ Rizzo Pinna), Curcio.

A disposizione: Volpe, Markic, Rizzo Pinna, Merola, Tuzzo.

Allenatore: Zdenek Zeman

 

Arbitro: Nicolò Marini (sez. Trieste)

Assistenti di linea: Riccardo Vitali (sez. Brescia), Federico Pragliola (sez. Terni)

IV Ufficiale: Gioele Iacobellis (sez. Pisa)

 

Ammoniti: Curcio (FO), Ceccarelli (JS), Di Paolantonio (FO), Schiavi (JS)

Note – Recupero: 2’pt., 4’st. – Angoli 8 (JS), 7 (FO)