L'ex allenatore del Savoia premiato dal sondaggio della nostra redazione come miglior allenatore del 2018 è stato ospite nella prima puntata del 2019

NAPOLI - Gigi Squillante, allenatore che da oltre 20 anni allena nei dilettanti è stato ospite oggi a Campania Football Live (radio web del calcio dilettante campano) dove ha parlato di Serie D, Eccellenza e Promozione ma soprattutto fatto anche un passaggio sul suo esonero dal Savoia.

Durante la diretta il nostro conduttore Angelo Sorrentino ha chiesto al tecnico di Sarno quanto fosse dispiaciuto per non aver continuato il progetto con i biancoscudati.

“C’è dispiacere perchè il modo è stato errato, ogni dirigenza fa le sue scelte. Avevo iniziato un grandissimo lavoro perfezionandolo quasi all’ultimo. C’era qualche problema in attacco con gli infortuni di Ortiz e Del Sorbo, la partenza di Pisani. Abbiamo giocato qualche partita senza prima punta. Il rammarico più grande è non aver potuto continuare il lavoro a Torre Annunziata, dove avevo desiderato tanto arrivarci. Una piazza dove c’è tanta competenza, la stessa che quando sono stato esonerato non dico ha preso le distanze ma poco ci manca perchè i risultati erano sotto gli occhi fi tutti. Un progetto partito per salvarci e finire il girone di ritorno a -2 dai Play Off con un campionato di ritorno da giocare e parecchi giocatori recuperati. Un rammarico che passerà, nel calcio non mi meraviglio più di niente. Alla fine fare 3 anni con la famiglia Mazzamauro sono stati per me importanti, ci siamo arricchiti e chi non opera non sbaglia. Mi auguro soprattutto per i tifosi che il Savoia arrivi più lontano possibile perchè ora che ha le basi e il pilota con Sasà un grandissimo allenatore. Ci sono tutti i requisiti non per fare ben ma benissimo”.