Faiano, Puteolana 1902, Hermes Casagiove e Temeraria scendono di categoria, si spera nei ripescaggi e in un’allargamento del torneo di Eccellenza. Intanto oggi si vota per eleggere il nuovo Presidente federale

NAPOLI | L’eliminazione dell’Agropoli nella finalissima dei playoff nazionali per la Serie D ad opera del Brindisi ha aperto nuovi e inevitabili scenari nella composizione dei gironi di Eccellenza e Promozione in vista della stagione 2019/20. Con due posti in Eccellenza che rimangono in sovrannumero acquisiscono valenza ufficiale le retrocessioni di Faiano e Puteolana 1902 a seguito di disputa dei playout aggiuntivi. Di conseguenza confermate anche la discesa in Prima Categoria di Hermes Casagiove e Temeraria San Mango. Ininfluenti dunque i verdetti del 2° turno del playout aggiuntivo di Eccellenza e del 3° turno di quello di Promozione che aveva decretato le vittorie di Faiano e Temeraria con la speranza che l’Agropoli sarebbe salito in Serie D e di traverso si sarebbe liberato un posto negli organici. Ora la parola spetta ai tavoli federali, in primis per quanto riguarda il ripescaggio in Serie D dello stesso Agropoli, con i delfini che sarebbero in posizione favorevole rispetto all’anno scorso; in secundis per quanto riguarda una radicale riforma del torneo di Eccellenza riprendendo il “modello Lazio”, con due gironi da 18 squadre cadauno e di conseguenza i ripescaggi di ben 4 compagini dalla Promozione (tra cui Faiano e Puteolana 1902) e quindi anche dalla Prima Categoria (in primis Temeraria e Hermes Casagiove). Il terzo punto è relativo ai consueti ripescaggi a completamento organici in caso di fusione, mancata iscrizione o esclusione di qualche titolo, con le compagini retrocesse nei playout aggiuntivi che avrebbero priorità assoluta per il ritorno nella categoria. Insomma tutti casi probabili che verranno sicuramente vagliate dal nuovo Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Campania che si ricostituirà con le elezioni del Presidente previste per oggi ad Avellino dopo il periodo di commissariamento.