Francesco Cozza "dopo la notifica del provvedimento disciplinare, entrava indebitamente nello spogliatoio arbitrale con fare intimidatorio", ha scritto il giudice

NAPOLI Provvedimenti a carico di società

1300 euro di ammenda al Sancataldese “per avere, al termine della gara, un raccattapalle ed un proprio sostenitore, indebitamente presente nel recinto di gioco, tentato di aggredire un calciatore della squadra avversaria senza riuscire nell’intento per il pronto intervento delle Forze dell’Ordine. Inoltre, componenti della propria panchina prendevano parte ad un assembramento sedizioso che determinava un clima di forte tensione”

1000 euro di ammenda al Bari “Per avere propri sostenitori su campo avverso introdotto ed utilizzato un petardo e un fumogeno all’interno del settore loro riservato. Inoltre, al termine della gara componenti della propria panchina prendevano parte ad un assembramento sedizioso che determinava un clima di forte tensione. Sanzione così determinata anche in ragione della recidiva specifica di cui ai Comunicato Ufficiale numeri 61 e 64”

300 euro di ammenda al Gela “per avere propri sostenitori, fatto esplodere un petardo all’interno del settore loro riservato”.

Provvedimenti a carico di dirigenti

Inibizione a svolgere ogni attività fino al 23 gennaio 2019 a per Claudio Giudizioso del Portici “per avere protestato all’indirizzo di un calciatore avversario, uscendo dalla propria area tecnica, allontanato”.

Provvedimenti a carico di allenatori

Tre turni di squalifica a carico di Francesco Cozza dell’Altamura “allontanato per avere, nel corso dell’intervallo, protestato con termini offensivi nei confronti di un A.A., dopo la notifica del provvedimento disciplinare, entrava indebitamente nello spogliatoio arbitrale con fare intimidatorio. Invitato ad allontanarsi reiterava le proteste nei confronti di un Assistente Arbitrale”.

Una giornata per Luigi Capparelli del Pomigliano “per proteste nei confronti dell’Arbitro, allontanato” e per Alfredo Cimino del Gravina “Per essere entrato di circa 5 metri sul terreno di gioco protestando nei confronti di calciatori avversari”.

Provvedimenti a carico di calciatori espulsi dal campo

Un turno di stop per Davide Ferrara del Pomigliano, espulso per doppia ammonizione

Provvedimenti a carico di calciatori non espulsi dal campo

Una giornata di squalifica per Jean Ebila Bindzi Mbida del Gravina per recidiva in ammonizione (decima infrazione); Marco Conte del Picerno, Gabriele Aprile dell’Acireale, Marco Puntoriere del Castrovillari, Emanuele D’Anna del Nola, Gianluca De Angelis del Sorrento e Salvatore Salimbè del Portici per recidiva in ammonizione (quinta infrazione).