Il tecnico ex Pomigliano si fa fautore di una proposta che permetta agli allenatori di avere una seconda chance così come i calciatori nella finestra di mercato di dicembre

NAPOLI - “Permettere agli allenatori di svincolarsi a dicembre”. Renato Cioffi lancia l’iniziativa per il 2019, una modifica alla normativa che non consente ai tecnici di poter allenare dopo aver disputato almeno una panchina nella prima parte di stagione. L’ex tecnico del Pomigliano è fautore di questa rivoluzione che potrebbe smuovere le acque. Una considerazione assolutamente da tenere in grande considerazione, basata su una norma stringente che non permette agli allenatori di potersi rimettere in discussione. E’ lo stesso Cioffi a spiegare la sua proposta: “Così come i calciatori, anche gli allenatori devono avere diritto di avere una seconda chance. Ne gioverebbe tutto il mondo, dai presidenti che sarebbero assolutamente d’accordo considerando che non dovrebbero pagare il tecnico per tutta la stagione, sino agli allenatori stessi che non sarebbero costretti a rimanere fermi un anno. La vecchia norma è obsoleta, non si tiene in considerazione che un allenatore può fare discussione con il proprio presidente la prima giornata e dimettersi o essere esonerato, penalizzando il tecnico. Bisogna aprirsi e modernizzarsi cercando di cambiare”.

Tecnici svincolati a dicembre: la proposta di Cioffi è assolutamente da prendere in considerazione, raccogliamo favorevolmente una voce autorevole, troppo rigida la regola che vuole gli allenatori fermi un anno senza la possibilità di allenare (o addirittura di nascondersi rischiando di essere squalificati), va fatta una seria riflessione in merito e capire con che modalità si possa garantire ad un allenatore di tornare in sella dopo essere caduto. Così come i calciatori, anche gli allenatori devono avere la seconda chance. Agli organi competenti l’ardua sentenza…