Entusiasmo ed ambizione per la neonata società beneventana che inizierà dalla terza categoria la sua scalata

SOLOPACA (BN) - Una carriera passata a calcare i campi di mezza Italia, da professionista impeccabile. 390 presenze e 77

goal, conditi da una reputazione invidiabile, fuori e dentro il rettangolo di gioco.

Francesco Mortelliti, per tutti “Ciccio”, ha deciso adesso di mettersi al servizio della comunità che lo ha

adottato da ormai diversi anni. Una Solopaca diventata anche sua, dove ha costruito famiglia e affetti.

Una nuova società. Una squadra di calcio che ripartirà dalla terza categoria, fatta di giovani, per i giovani.

Questo il progetto pronto a decollare.

“Manca da troppo tempo una squadra locale, in un paese con una forte vocazione per il calcio” racconta.

Grazie all’aiuto di tanti volontari siamo riusciti a mettere in piedi un disegno importante, che parla di calcio

ma che vuole andare oltre.”

L’A.s.d. Solopaca 2018 avrà infatti l’obiettivo di ricostruire non solo il tessuto calcistico, ma soprattutto

quello sociale, creando una nuova e necessaria movimentazione. Parola di Mortelliti, che aggiunge:

“Abbiamo raccolto l’entusiasmo di tanti giovani solopachesi e l’appoggio dell’amministrazione comunale

per la ristrutturazione del campo. Stiamo riscontrando tanto interesse anche da parte di commercianti e

imprenditori locali, che hanno mostrato subito interesse a sostenerci anche con piccoli gesti di vicinanza. In

questo senso, va a tutti loro un profondo ringraziamento.”

Un percorso, quello che sta nascendo, che ha già messo insieme decine di ragazzi e il supporto tecnico di

Mennato Canelli, con un passato nella primavera dell’Empoli, che della nuova squadra sarà l’allenatore.

“Mennato è l’anima di questo nuovo percorso” sottolinea Mortelliti. “Ha passione e voglia di far crescere il

paese attraverso il calcio, che è la sua più grande passione. Il patentino da allenatore “Uefa B” che sta

conseguendo è testimone della sua voglia di fare. Insieme a lui mi preme ringraziare Pasquale Aceto, Enzo

Fiore e Giampietro Leone.”

Paolo D’Onofrio vestirà i panni del Presidente onorario. Collante e garante del nuovo sodalizio, manco a

dirlo, sarà lo stesso Ciccio Mortelliti.