Da 3 anni la formazione afragolese fallisce l'esordio nella competizione regionale e sempre contro formazioni provenienti dalla Promozione

AFRAGOLA (NA) - Dati negativi per l’Afragolese in Coppa Italia. La competizione che permette anche la promozione in Serie D in caso di vittoria della fase Nazionale è indigesta alla società rossoblu. Negli ultimi 3 anni i rossoblu sono stati eliminati al primo turno e battuti all’esordio da formazioni di Promozione o neopromosse. Nel 2017 è toccata all’Afragolese di Borrelli subire il passivo (3-1) allo Scalzone di Casal di Principe per mano dell’Albanova, all’epoca allestita per vincere il campionato di Promozione con De Stefano in panchina.  La scorsa stagione è toccato a Seno al Vallefuoco di Mugnano contro l’Afro Napoli. Due sconfitte, 1-0 all’andata e 2-1 al ritorno al Moccia. Ieri anche Masecchia ha dovuto fare i conti con questo tremendo avvio che ancora non estromette del tutto l’Afragolese dalla competizione. Per una qualificazione adesso serve un miracolo, anche fattibile considerando il valore della squadra allestita dal ds Romano, ovvero battere l’11 Settembre il Casoria per 4-0 o vincere con qualsiasi risultato senza subire reti sperando di passare come una delle migliori 4 seconde di tutti e 12 i gironi. 

Foto pagina Facebook Afragolese 1944