Il tecnico di Torre Annunziata ha sposato il progetto della Virtus di raggiungere i risultati attraverso la valorizzazione dei giovani

OTTAVIANO (NA) - È tra gli allenatori più vincenti del panorama calcistico campano e dopo una parentesi nel calcio femminile è tornato accettando la panchina della Virtus Ottaviano. Pasquale Vitter a Campania Football racconta l’avventura che andrà ad affrontare e le priorità della società vesuviana.

Arriva alla Virtus Ottaviano reduce da una retrocessione quale sarà l’obiettivo della società vesuviana?

Noi abbiamo ancora una piccola speranza di ripescaggio in Eccellenza. Se la richiesta dovesse avere esito positivo l’obiettivo sarà evitare certi errori e puntare ad una salvezza tranquilla. In caso contrario punteremo ad un campionato di vertice in Promozione e provare la pronta risalita.

La dirigenza ha detto di voler puntare su un progetto fatto di valorizzazione dei giovani Lei proverà a portare qualche “suo” ragazzo?

Sicuramente, ci sono ottimi rapporti con diverse società importanti con cui proveremo a cercare di creare sinergie. Cercheremo di portare da noi giovani interessanti che abbiano voglia di crescere e ambizione di migliorarsi.

Aveva ricevuto altre proposte oltre quella della Virtus?

Le proposte non sono mancate ma ho preferito Ottaviano perché è una piazza storica del calcio campano. Il loro progetto di valorizzazione dei giovani mi ha affascinato tanto e ho accettato con grande entusiasmo.

Lei è uno che ha vinto ovunque chi vede tra le favorite della prossima stagione di Promozione?

Per ora è troppo presto parlare di favorite ma sicuramente ci saranno due o tre squadre che allestiranno rose altamente competitive e le restanti subito dietro. Non ci sono nemmeno ancora i gironi quindi per ora non riuscirei a fare nomi di squadre favorite.