A tre settimane dal termine ultimo per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie D (che nel calcio dà il via ufficialmente alla nuova stagione sportiva), brancola ancora nel buio il futuro calcistico dell’Afragolese. Il presidente Niutta, infatti, ha mostrato chiaramente un’apertura alla cessione del titolo sportivo del proprio club, ma ad oggi nessuna operazione sembrerebbe essere stata conclusa.

Negli ultimi giorni, la pista più calda è stata sicuramente quella legata al nome di Raffaele Mosca (qui il riassunto della vicenda), che non ha però trovato esito positivo. Nonostante ciò, sembrerebbe non esserci totale immobilismo in questa vicenda.

Secondo gli ultimi rumors, infatti, diverse piste sembrerebbero poter essere percorse nei prossimi giorni. 

La prima a poter prendere quota sembrerebbe quella di considerare la possibilità della cessione del titolo sportivo dell’Afragolese alla famiglia Poziello, la quale sarebbe pronta a reinvestire nuovamente nel calcio giocato a Giugliano. La presenza di alcuni possibili dissapori nati ultimamente tra la famiglia Poziello e la presidenza Mazzamauro potrebbe convincere i primi a rilevare il titolo del club rossoblù, ripartendo così in autonomia in Serie D. In questo quadro un ruolo da protagonista potrebbe averlo ancora Niutta, il quale potrebbe affiancare la nuova proprietà in questa avventura a Giugliano. 

La seconda ipotesi, emersa nelle ultime ore, sembrerebbe essere quella di poter spostare il titolo da Afragola a Frattamaggiore, riportando in questo modo in quarta serie la Frattese. Non è da escludere, poi, l’eventualità più sorprendente al momento, ovvero quella di non cedere il titolo e di continuare con l’Afragolese. Certamente gli ultimi accadimenti con parte della tifoseria e parte dell’amministrazione locale non ispira fiducia a questa soluzione, ma si tratta comunque di una scelta da non escludere. Solamente le prossime settimane sapranno illuminare i tifosi rossoblù sul proprio futuro in Serie D.