L’intervista completa al bomber Carmine Ciocia dopo la vittoria contro il Città di Marano

FRATTAMINORE (NA) – Torna il sorriso in casa Real Frattaminore. Dopo le sconfitte contro Interpianurese e Boys Pianurese, la compagine del patron Miscino è tornata a vincere grazie alle reti di Ciocia e Laurenza su invenzioni di Parrella. Un trend decisivo e importante quello che si prospetta nei prossimi 3 impegni. La Real affronterà infatti Pianura, Lokomotiv Flegrea e Lacco Ameno in una triade di sfide molto complicate. A raccontarci la situazione generale della squadra è il nuovo capitano Carmine Ciocia, leader carismatico, autore di 7 reti nelle 9 gare da lui disputate. Ecco le dichiarazioni complete:

Vittoria con il Città di Marano per 2-1, che partita è stata?

“Venivamo da 2 sconfitte consecutive, bruciava ancora quella casalinga contro l’Interpianurese. Abbiamo giocato con una squadra di categoria e cattiva calcisticamente, siamo stati bravi a dare tutti l’anima per portare a casa questi 3 punti importantissimi sia per il morale che per la classifica”.

Calendario alla mano le prossime 3 partite sono sulla carta difficilissime: trasferta contro la capolista Pianura, match interno con la Lokomotiv e poi ospiti del Lacco Ameno sull’isola. Come si preparano questi piccoli cicli?

“Adesso ci aspetta un mini-ciclo importante. Domenica giocheremo a Pianura contro la capolista e secondo me, come ho detto già mesi prima, è la favorita numero 1 per la vittoria del campionato. Si va lì a giocare e a fare la partita a testa alta, non siamo vittime. Anche la Lokomotiv è sempre in alto, quindi saranno veri e propri test contro le prime della classe. Sull’isola poi è sempre difficile fare punti ma sono convinto che in queste 3 partite faremo una bella figura. Abbiamo una rosa ottima e una grandissima panchina, chi gioca o meno per me sono tutti titolari. Contro l’Interpianurese abbiamo tutti dato di meno uscendo così dal campo con i rimpianti, dobbiamo uscire sempre a testa alta per non farci rimproverare nulla. Peccato per l’ammonizione perchè salterò la trasferta di Pianura”.

Un pensiero sull’allenatore Alfonso Valente.

“Il mister non ha bisogno di presentazioni, è uno che ha giocato a calcio e sa bene come si affrontano queste partite. Venuto in punta di piedi, fin adesso i risultati sia a livello di classifica che di spogliatoio si sono visti ad occhi nudi. Ha portato quella mentalità che la Real Frattaminore non ha mai avuto, la mentalità di fare calcio. Negli spogliatoi ci sono regole, il mister Valente è venuto e non ha guardato in faccia nessuno. A livello umano poi è una grandissima persona, è il numero 1, sono orgoglioso di averlo come allenatore e ringrazio ancora la famiglia Miscino”.

Lo stadio di Frattaminore è imminente alla riapertura: si respira un clima diverso per tale notizia?

“Si vocifera che la settimana prossima dovrebbe arrivare questa benedetta riapertura, che noi ci auguriamo sia l’ultima per poi curare la nostra tana per anni e anni. Per me è una soddisfazione, non ho mai giocato in quel campo e farlo nello stadio del mio paese è bellissimo. Il prossimo mio obiettivo sarà segnare lì davanti ai cittadini per il bene della Real Frattaminore, evitando così di emigrare in stadi limitrofi”.

Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro?

“La Real Frattaminore sta gettando le basi per l’anno prossimo. Abbiamo una grande rosa ma siamo partiti troppo tardi. Raggiungere i play-off è un miracolo, dobbiamo solamente salvarci per poi programmare un campionato di vertice. Giocarlo e vincerlo in casa sarebbe stupendo. Voglio il bene della Real Frattaminore, i gol sono solo una cosa in più. Il record già è stato fatto visto che l’anno scorso avevamo chiuso a 24 punti, ora siamo già a 26 quando mancano ancora 14 partite. Ho siglato 7 reti, devo arrivare presto in doppia cifra per vincere la scommessa con un mio amico”.

Ufficio Stampa Real Frattaminore
Andrea Murolo