Il patron della neonata compagine ercolanese ci spiega nascita e sviluppo del progetto

ERCOLANO (NA) La scorsa stagione calcistica è stata ad Ercolano è stata vissuta con tanta amarezza. L’addio dell’allora presidente Mazzamauro aveva destato grandi preoccupazioni nella tifoseria granata, timori che erano stati prontamente eliminati dall’arrivo di Gaetano battiloro. Sembrava essere tutto perfetto ma così non è stato. Una dirigenza assente, una situazione economica alquanto difficile e un Girone H molto complicato hanno fatto si che la situazione degenerasse, portando all’ultimo posto in classifica la compagine all’ombra del Vesuvio. Adesso la musica è cambiata, ad Ercolano il calcio è tornato grazie al connubio di una nuova dirigenza con a capo Vanni Russo, che ha rilevato il titolo del Campania Ponticelli, facendo ritornare il calcio nella città degli scavi. Ai nostri microfoni è intervenuto proprio il presidente dello Sporting Ercolano 1924, Vanni Russo:

 

“Presidente, com’è nato il connubio con la famiglia Esposito per l’arrivo del titolo del Ponticelli?”

Io e la famiglia esposito abbiamo un rapporto ed un’amicizia che dura da anni e che va al di la del calcio. Queste cose alla fine nascono dall’oggi al domani e quindi unendo gli intenti abbiamo dato vita a questo progetto importante che spero possa crescere bene. Siamo tutti delle persone serie e a questi livelli è ciò che conta di più.

 

“Ad Ercolano dopo la scorsa stagione c’è un po’ di malumore, come avete pensato di riavvicinare la squadra ai tifosi?”

Nel calcio per me contano solo i risultati. Se noi otterremo dei risultati alla fine la gente verrà al campo a sostenerci, se le cose andranno bene ci sarà tanto seguito, altrimenti sarà minore.

 

“Dopo una campagna acquisti del genere l’obiettivo è chiaramente quello di vincere?

Abbiamo fatto un grande mercato, logicamente tutti ci auguriamo che questi sacrifici possano portare a dei risultati. nel calcio nulla è scontato ma noi puntiamo alla vittoria del campionato, questo perché Ercolano è una piazza importante e la città si merita palcoscenici migliori.