Dopo quasi 2 anni torna finalmente il calcio allo stadio ‘Bisceglia’ di Aversa. L’impianto di via Caruso apre le porte al Real Agro Aversa e al presidente Guglielmo Pellegrino che domenica donerà nuovamente l’impianto normanno a tutta la popolazione di Aversa. La città è pronta quindi ad abbracciare la storica struttura sportiva per quella che sarà la quarta giornata del campionato di Promozione contro il Vitulazio. Il fischio d’inizio è fissato alle 15.30 ma la società è già da giorni al lavoro affinché tutto sia perfetto per il ‘debutto’ nella casa granata. Nonostante la capienza ridotta (saranno chiuse la tribuna Romaniello e la curva dedicata agli ospiti vicino agli spogliatoi) il ‘Bisceglia’ ha quel fascino che solamente questo stadio può regalare. Capitan Babù e compagni quindi calcheranno il manto erboso dell’impianto che accompagnerà la stagione normanna, verso quell’obiettivo Eccellenza mai nascosto dalla società. Per il presidente Pellegrino: Questa è la più straordinaria vittoria ottenuta fino ad oggi – dice il numero uno normanno – perché finalmente apriamo le porte di un impianto storico per la città. Sono orgoglioso ed entusiasta di poter rivedere i nostri tifosi e tutti gli appassionati di Aversa e dell’Agro sugli spalti del ‘Bisceglia’. E’ stato sempre uno degli obiettivi primari miei e di tutti i miei collaboratori, abbiamo sudato tanto per ottenere questo risultato e ora siamo fiduciosi che questo stadio possa diventare in futuro la nostra casa. Si lavora un passo alla volta, e anche grazie al lavoro dell’amministrazione comunale stiamo realizzando grandi cose per la nostra società ma soprattutto per la città, che ritorna a vivere il calcio nel suo habitat naturale che è lo stadio Bisceglia”. Il presidente Pellegrino ha invitato, tramite una nota ufficiale, per la gara di domenica il sindaco Alfonso Golia, l’assessore allo Sport e tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, perché: “deve essere una festa di tutta la città. Lo sport deve unire, e siamo dell’idea che tutti gli esponenti politici, sia presenti che passati, abbiano a cuore la maglia granata dell’Aversa. Oggi è arrivato il momento di essere compatti, apriremo le porte a tutti gli aversani sperando che qualcuno possa anche pagare il biglietto – dice ridendo – perché noi vogliamo vincere sia in campo che fuori. Sogno un Bisceglia colorato di granata, magari al termine di una partita vinta meritatamente dalla nostra squadra. Sono fiducioso per il futuro, l’amministrazione comunale ci sta dando una grossa mano e speriamo questo stadio possa diventare la nostra casa. Il Real Agro Aversa merita un quartier generale all’altezza per portare Aversa nelle categorie che merita. Perché crediamo che lo sport sia uno dei più importanti valori che si possano trasmettere alle nuove generazioni, e noi vogliamo costruire qualcosa di importante per Aversa