Una bottiglia d'acqua non ricevuta provoca la multa per la società di Seconda Categoria, rea di non aver dato da bere all'arbitro

SALERNO - Ennesimo episodio quantomai strano e paradossale è avvenuto nelle serie minori del calcio campano. Gara di Seconda Categoria, Girone H: protagonista il Real Filetta Pezzano, quinto in classifica, e la seconda della classe, la Prepezzanese. Il big match di giornata terminerà 0-2 per la Prepezzanese, ma a fare notizia non è di certo il risultato finale bensì un episodio grave: la società casalinga, infatti, ha negato all’arbitro una bottiglia d’acqua. Un gesto che il Direttore di gara ha trascritto nel verbale consegnato alla Giustizia sportiva e che è stato punito con 30 euro di multa. Una punizione pecuniaria che non cancella però il gesto, ma che mette in evidenza, ancora una volta, episodi molto spiacevoli che sempre spesso si verificano nei campionati dilettantistici: da cartellino rosso!