Protagonista assoluto il bomber rosanero Lucca autore di una tripletta, nel finale da thriller i falchetti hanno rischiato di pareggiarla

CASERTA - Il Palermo si aggiudica lo scontro diretto dal sapore playoff grazie al pirotecnico 3-2 esterno rifilato alla Casertana. Tre punti di platino per i rosanero che ottengono la terza vittoria consecutiva lontano dal “Barbera” e scavalcano proprio i falchetti al 9° posto in classifica. Protagonista assoluto di giornata il puntero Lorenzo Lucca, autore di tutti e tre i gol delle aquile rosanero che hanno di fatto tenuto in mano il match dall’inizio alla fine, sbagliando anche un penalty e terminando in dieci uomini per l’espulsione di Almici.

Bastano due giri di lancette al Palermo per indirizzare il match a suo favore: punizione dalla destra, palla scodellata in mezzo di Floriano e incornata vincente di Lucca su cui Avella non può nulla. Il vantaggio galvanizza i rosanero che insistono trovando il raddoppio al 13′, ancora con Lucca e ancora su una palla alta: questa volta l’autore del traversone è Almici che pesca la testa del puntero ospite, con Avella costretto a raccogliere nuovamente la sfera in fondo al sacco. Inizio da horror per la Casertana, i falchetti imbasticono la prima azione offensiva solo al 18′ con Pacilli che intercetta il cross di Del Grosso colpendo al volo di sinistro ma la sfera si spegne di un niente alla destra di Pelagotti. Il Palermo ne ha di più e si ripresenta nella metà campo rossoblù al 22′ con Valente che ruba palla a centrocampo, sfugge in contropiede e scocca il sinistro verso il palo più lontano ma questa volta Avella ci arriva ed evita il tris. Il solito Pacilli prova al 32′ a far male all’attenta retroguardia ospite ma il suo diagonale pecca di imprecisione. La Casertana è comunque viva nonostante il predominio del Palermo per quanto riguarda il possesso palla, al 35′ Pelagotti è costretto agli straordinari sulla bordata di Hadziosmanovic mentre poco dopo è Rosso a calciare ma la mira è imprecisa. Il Palermo sembra adagiarsi sugli allori, i falchetti ne approfittano e accorciano le distanze al 44′ con Cuppone, di testa su preciso cross dalla destra di Hadziosmanovic. Il gol della Casertana scuote i rosanero che si destano dal torpore primaverile e calano il tris in pieno recupero ancora con Lucca, abile a battere in diagonale Avella su assist di Santana. Il duplice fischio del signor Maranesi decreta la fine di un primo tempo frizzante e ricco di gol.

Ad inizio ripresa mister Filippi opta per un atteggiamento più accorto, fuori il già ammonito Odjer per Marconi. Il Palermo parte a trazione anteriore per evitare flessione come successo nel primo tempo, al 55′ Santana scocca il tiro dal limite peccando di imprecisione. Al 73′ coast to coast del neo entrato Kanoute, palla arretrata verso Rauti e bordata di quest’ultimo che costringe Avella a rifugiarsi in corner. Per tutto il secondo tempo si registra un dominio dei rosanero mentre la Casertana comincia a pagare la stanchezza e la rosa corta rispetto ai siciliani, i falchetti rischiano all’87’ la capitolazione definitiva per fallo di Avella su Kanoute in area. Dal dischetto lo stesso Kanoute spiazza Avella ma colpisce il palo pieno. Nel finale le parti di invertono: Almici viene espulso all’89’ per un’entrataccia a centrocampo, la Casertana si fionda in avanti cingendo d’assedio l’area ospite e riuscendo ad accorciare nuovamente con Buschiazzo al 91′ sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nei restanti minuti di recupero i falchetti provano il tutto per tutto, le aquile rosanero si difendono alla disperata blindando la vittoria fino al triplice fischio di Maranesi.

CASERTANA 2-3 PALERMO
CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (87′  Buschiazzo), Ciriello, Carillo, Del Grosso (87′ Rillo); Rosso, Varesanovic, Matese; Pacilli, Cuppone, Longo (57′ Matos).
A disposizione: Dekic, Zivkovic, Izzillo, De Vivo, De Lucia, Polito.
Allenatore: Federico Guidi.
PALERMO (3-4-1-2): Pelagotti; Accardi, Palazzi (75′ Martin), Somma; Almici, Odjer (46′ Marconi), Luperini (48′ Broh), Valente; Santana (65′ Kanoute), Floriano (65′ Rauti); Lucca.
A disposizione: Fallani, Crivello, Saraniti, Silipo, Lancini, Peretti, Marong.
Allenatore: Giacomo Filippi.
ARBITRO: Valerio Maranesi (Ciampino).
ASSISTENTI: Veronica Vettorel (Latina) – Francesco Rizzotto (Roma 2).
IV UOMO: Claudio Petrella (Viterbo).
RETI: 2′, 13′ e 46′ pt Lucca (P), 44′ Cuppone (C), 91′ Buschiazzo (C).
AMMONITI: Cuppone, Varesanovic, Avella (C), Luperini, Odjer, Martin (P).
ESPULSI: all’89’ Almici (P).
NOTE: pomeriggio variabile, gara giocata a porte chiuse. All’87’ Kanoute (P) ha sbagliato un calcio di rigore. Recupero: 1′ pt; 5′ st.