E ora sono guai, la Turris stecca ancora e la classifica ora fa paura, come la situazione attorno alla squadra

PAGANI - Il periodo nero continua, la Turris stecca ancora e ora rischia tanto. Società e calciatori messo sul banco degli imputati da parte dei tifosi, che sui social si sono scatenati contro i corallini, dopo il k.o odierno di Pagani contro una modesta Gelbison, che sfrutta la sua unica vera palla gol e si porta l’intero bottino a casa.

Il primo tempo vive a ritmi bassissimi, ci prova Leonetti due volte divorandosi due gol nel giro di pochi minuti, ma entrambi a gioco fermo poiché il guardalinee alza per due volte la bandierina segnalando l’offside del calciatore pugliese. La Gelbison risponde con qualche sortita offensiva ma senza impensierire mai Perina. Per il resto è un continuo di lanci in orizzontale che non si capitalizzano e tanta “lotta civile” sui contrasti aerei.

La ripresa passa in mano alla Gelbison che prima ci prova con De Sena che da punizione sfiora la rete, poi è l’ex Loreto a mancare il tap-in vincente, il gol è nell’aria e al 59’ De Sena porta in vantaggio i suoi su cross basso di Uliano. La Turris non reagisce, Di Michele manda dentro Giannone e Santaniello e successivamente Longo ma i valori non cambiano, mai un pericolo se non un tiro cross di Giannone e un tiro da fuori di Manzi che finisce sul muro posto dai padroni di casa. La partita scivola fino al 94’ quando l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi. Nel post partita la Turris ritorna in silenzio stampa e dunque non si avranno parole da parte dei tesserati fino alla prossima partita.