Gara dai due volti per gli azzurrostellati, arrembanti nel primo tempo e troppo permissivi nella ripresa

CATANIA | Termina in parità la sfida al “Massimino” tra il Catania di Raffaele e la Paganese di Erra, un punto a testa al termine di una sfida dai due volti per gli azzurrostellati, vigorosi nel primo tempo e abili a trovare il vantaggio su rigore col giovane Guadagni ma troppo permissivi nella ripresa. Dal canto loro gli etnei evitano la prima sconfitta nell’esordio stagionale grazie al gol di Claiton sugli sviluppi di un corner nel finale di gara. 

Inizio di gara equilibrato, la giovane Paganese tenta di sorprendere gli etnei con i guizzi di Guadagni prontamente bloccati dai rossazzurri. Al 4′ cross dentro per la testa di Isufaj ma Santurro blocca la sfera senza problemi. Il gioco ristagna a centrocampo e le occasioni latitano da ambo le parti ma al 14′ si sblocca la sfida: malinteso tra Silvestri e Santurro, ne approffita l’azzurrostellato Isufaj che viene travolto dal pipelet etneo, per il signor Perenzoni è rigore che Guadagni realizza. Il Catania prova a reagire con l’esperto Reginaldo che semina il panico nella metà campo azzurrostellata ma senza concretezza, dal canto suo la Paganese preferisce gestire il vantaggio provando a rispondere in contropiede. Al 25′ occasionissima per il Catania: corner a favore degli etnei, Dall’Oglio scodella per Silvestri che sul secondo palo manda di pochissimo a lato di testa. Gli etnei fanno possesso palla alla ricerca del pari, al 37′ punizione in favore dei rossazzurri, batti e ribatti in area e alla fine è Claiton di testa a mandare la palla al di sopra della traversa. Al 44′ ancora Catania vicino al pari con Dall’Oglio che spara alle stelle da due passi dopo una bella azione corale. Il primo tempo si chiude dopo due minuti di recupero, con la Paganese avanti per 1-0.

La ripresa si apre con il Catania in avanti alla ricerca del pari. Al 49′ ci prova Manneh con una staffilata al volo che si spegne di poco alta mentre un minuto dopo proteste etnee per una trattenuta di Squillace ai danni di Manneh in area di rigore, non sanzionata da Perenzoni con il penalty. La Paganese si fa vedere al 57′, incursione di Guadagni in area ma Santurro copre bene e anticipa la punta azzurrostellata. Al 61′ ci prova dall’Oglio su punizione ma Fasan fa buona guardia mentre sei minuti dopo il tiro-cross di Zanchi viene smanacciato da un provvidenziale Fasan in corner. Al 76′ ancora Catania vicino al gol con Dall’Oglio che scocca il destro respinto da Fasan mentre al’85’ è Santurro a salvare gli etnei dal possibile raddoppio di Guadagni. I sacrifici degli etnei vengono premiati all’87’: calcio d’angolo battuto da Vicente, cross in area dove Claiton salta più in alto di tutti e trafigge Fasan. Il gol incassato stordisce la Paganese che due minuti dopo rischia la debacle per opera di Pecorino su assist di Gatto. Il signor Perenzoni assegna 4′ di recupero, il Catania spinge per trovare il clamoroso sorpasso ma il triplice fischio consegna un punto a testa alle due compagini. 

CATANIA 1-1 PAGANESE
Catania (3-5-2): Santurro; Silvestri, Claiton, Zanchi (74′ Albertini); Calapai, Dall’Oglio, Rosaia (67′ Vicente), Izco (46′ Manneh), Biondi (74′ Pecorino); Sarao, Reginaldo (63′ Gatto). A disp. Martinez, Della Valle, Noce, Welbeck, Panebianco, Arena. All. Raffaele.
Paganese (3-5-2): Fasan; Sbampato, Schiavino, Cigagna; Carotenuto, Onescu, Bonavolontà, Gaeta (21′ Bramati), Squillace; Guadagni, Isufaj. A disp. Bovenzi, Esposito, Perazzolo, Perri, Di Palma, Costagliola. All. Erra.
Arbitro:
Perenzoni di Rovereto.
Assistenti:
Carrelli di Campobasso e Costanza di Agrigento.
Reti:
15′ rig. Guadagni (P), 85′ Claiton (C).
Note:
ammoniti Zanchi (C), Schiavino, Onescu (P).