La Gelbison ottiene un pari per 0-0 in casa contro la Gelbison. Un punto che sta stretto ai rossoblu, che dominano la gara e sbagliano un calcio di rigore con Varela che calcia a lato. Il rammarico c’è ma a far sorridere i vallesi è l’ennesimo grande numero statistico messo a segno dalla squadra di Martino che, con quella di ieri, ha raggiunto la sesta gara senza subire reti. Ben 540 infatti sono i minuti (senza considerare i vari recuperi delle gare) in cui il portiere Bernardino D’Agostino ha tenuto inviolata la sua porta, un minutaggio mostruoso che solo il Seregno ha saputo pareggiare nel girone B col suo portiere classe 2000 Dennis Lupu. La squadra brianzola ha però pareggiato domenica, per 1-1, col Tritium interrompendo la striscia e facendo restare solo la Gelbison come squadra imbattuta in Italia, dalla serie A alla serie D. Per D’Agostino e compagni, ora la possibilità di scrivere la storia nel prossimo match con la Nocerina: tenere la porta inviolata significherebbe superare i 600′ di imbattibilità e superare il Seregno, un risultato clamoroso che farebbe parlare della Gelbison in tutta Italia.

Si deve scendere in Eccellenza e nei campionati regionali per trovare lo stesso record. Soltanto due società, il Trento (Eccellenza Trentino Alto Adige) e il Comprensorio Vairano (Molise) sono ancora a 0 reti subite.