La squadra di Campana termina in nove uomini. Inutile il momentaneo pari di Gassama

NARDO' (LE) Dopo quattro anni il Gragnano lascia la Serie D. Lo fa lottando fino alla fine, abbandonando la massima categoria dilettantistica attraverso i play-out, persi a Nardò per 3-1.

Gara sostanzialmente in equilibrio fino al gol del vantaggio di Mingiano al 30’. Prima dell’intervallo, Gassama al 43’ recupera palla in pressione, entra in area e mette in rete.

La ripresa è da incubo per il Gragnano: capitan Martone viene espulso per doppia ammonizione e Cassona di testa segna il gol del vantaggio dagli sviluppi di una punizione. Al 77’ Molinari chiude definitivamente la gara il campionato segnando il 3-1 che decreta la salvezza del Nardò e l’amara retrocessione del Gragnano.

 

TABELLINO

NARDÒ – GRAGNANO 3-1 (1-1)

 

NARDÒ (3-5-2): Rizzitano; Cassano, Aquaro, Centonze; De Pascalis (39’st Frisenda), Bolognese, Arario (9′st Prinari), Giganten (27’st Molinari), Versienti (31’st Giglio); Mingiano, Kyeremateng (46’st Palmisano. 

A DISPOSIZIONE. Mirarco, Scipioni, Monopoli, Infusino.

ALLENATORE: Francesco Bitetto.

 

GRAGNANO: Russo, Padovano (21’st Ruocco), Elefante (34’ Piscopo), La Monica, Chiariello, Cavaliere (15’st Achaval), Tascone (34’st Qehajaj), Martone, Di Costanzo (13’st Ammendola), Gassama, Lopetrone. 

A DISPOSIZIONE. Sorrentino, Grimaldi, Minale, Procida. 

ALLENATORE: Rosario Campana.

 

MARCATORI: 30’pt Mingiano (N), 43’pt Gassama (G), 11’st Cassano (N), 32’st Molinari (N)

 

ARBITRO: Simone Galipò di Firenze

ASSISTENTI: Toce di Firenze – Spina di Palermo.

 

NOTE: Ammoniti: Versienti, Prinari, Molinari, Palmisano (N), Cavaliere, Martone, Padovano, Chiariello (G). Espulsi: 12’st Martone (G) per doppia ammonizione e La Monica al 38’st per gioco violento. Recupero: 4+1’pt; 5’st.