Una doppietta di Diakitè porta due volte in vantaggio gli oplontini che vengono raggiunti entrambe le volte prima da Sellitti e poi da Lepre. Ci vuole una perla di Alvino per decidere il match

È stata un match pazzo quello del Vallefuoco tra Savoia Sarnese, con i “padroni di casa” che sono andati per due volte in vantaggio per poi essere recuperati in entrambi i casi, prima di trovare la rete decisiva del 3-2. Match spettacolo che si mette subito bene per gli oplontini che vanno vicino alla rete al 5′ con Guastamacchia, preferito dal 1′ a Cacace, che di testa trova il salvataggio sulla linea della difesa della Sarnese. Un minuto dopo arriva il vantaggio del Savoia. Azione sulla sinistra di Esposito che arriva sulla trequarti e crossa per la testa di Diakitè che salta più in alto di tutti e trafigge Mennella. 

Al 24′ ci riprova il Savoia con Tedesco che riceve la sponda di testa di Diakitè e con il mancino alza troppo la traiettoria. Al 31′ può esserci la svolta. Prima sortita offensiva della Sarnese con Lepre che arriva in area e prova a metterla nell’area piccola, il pallone viene intercettato dalla mano di Guastamacchia che costringe Savini a vedersela dagli 11 metri con l’avversario. Sul dischetto si presenta capitan Langella che calcia male alla sinistra del portiere che intuisce e para il rigore.

Nel finale di tempo arriva comunque il pari. Imbucato di Langella per De Simone che parte sulla linea del fuorigioco e a tu per tu con Savini serve Sellitti che prima viene murato bene da Nives, poi sulla ribattuta ha vita facile e segna a porta vuota mandando le squadre negli spogliatoi sull’1-1.

Anche la ripresa è scoppiettante, e si apre subito bene per gli oplontini. Al 52′ Alvino entra in area e tenta di alzare il pallone che trova il contatto dubbio con la mano di Terracciano. Dal dischetto va Adama Diakitè che realizza la propria doppietta personale. Dura solo 8 minuti il nuovo vantaggio Savoia, prima che Maranzino perdesse palla in uscita dando il là alla ripartenza vincente della Sarnese. Sellitti nello spazio mette al centro un pallone meraviglioso per Lepre che è il più lesto a trafiggere Savini, e a ristabilire nuovamente la parità. 

Credete sia finita? E invece no. Punizione di Alvino sulla trequarti di destra, il 7 calcia con il mancino a girare e trova una traiettoria da stropicciarsi gli occhi, che regala la vittoria e i 3 punti agli oplontini sempre più spediti verso la zona play-off. Sprofonda invece la Sarnese che ora dovrà lottare duramente per restare e difendere la D.