Al momento sembrano essere due le principali piste per il rinnovamento dell'organigramma societario biancazzurro, che deciderà successivamente chi ricoprirà i ruoli di direttore sportivo e allenatore nella prossima stagione

PORTICI (NA) - Vive ancora una situazione di stallo il Portici. Mentre altre società annunciano i propri organici tecnico-dirigenziali e intraprendono per la prima volta la strada del mercato, il punto in casa biancazzurra resta leggermente più complesso.

Il Portici è ancora alla ricerca di una definizione effettiva in vista del prossimo campionato di Serie D 2022/2023 e due sembrano le ipotesi più gettonate del momento.

Nel primo caso la guida della società napoletana ricadrebbe tra le mani del Sindaco, il quale dovrebbe poi manifestare le sue aspettative per il futuro del club. Con un tale scenario, in panchina potrebbe essere confermato Salvatore Sarnataro, destinando il ruolo di direttore sportivo (sostituendo Alessandro Amarante) ad Orlando Stiletti – il quale poche settimane fa si è separato ufficialmente con la Mariglianese. 

La seconda strada prevederebbe, invece, un capovolgimento totale dell’asset societario. Vincenzo Correale entrerebbe in società sostenuto dalla sua cordata di fiducia, che segnerà una nuova svolta per il Portici. In questa situazione pochi dubbi ci sarebbero sui ruoli di allenatore e direttore sportivo da assegnare. In panchina il prescelto sembrerebbe essere Gaetano Parrella, ex Ercolanese, mentre Ciro Raimondo dovrebbe sostituire il vuoto lasciato dall’addio di Amarante. In poco tempo si attende l’esito decisivo sul futuro organigramma del Portici.