Andrea Petagna, prossimo azzurro, si è reso protagonista, invece, di una grande raccolta fondi

 

NAPOLI- L’emergenza legata al Coronavirus che stiamo vivendo ha colpito, purtroppo, anche la nostra regione.  Uno dei centri maggiormente interessati, dalla crisi sanitaria, è quello di Ariano Irpino. Lorenzo Insigne, attaccante classe 1991 del Napoli, ha inviato un suo messaggio alla popolazione della cittadina irpina e al nasocomio locale. E’ stata la stessa squadra avellinese a postare il video di Lorenzo Insigne.


 

Un saluto da Insigne

Gepostet von U.S.D. Vis Ariano Calcio am Mittwoch, 8. April 2020

 

L’augurio dell’attaccante del Napoli

“Ciao, volevo fare tantissimi auguri di buona Pasqua alla città di Ariano Irpino, in provincia di Avellino. Faccio gli auguri più sinceri anche a all’Ospedale “Frangipane” (di Ariano Irpino ndr). Un abbraccio e forza Napoli”. 

 Il cuore di Petagna

Sempre in casa Napoli, anche se arriverà solo nella prossima stagione, Andrea Petagna, attualmente alla Spal, si è reso protagonista di una grandissima raccolta fondi. Il centravanti, come si legge oggi sulla Gazzetta dello Sport,  ha raccolto 500 mila euro in beneficenza. La punta che, ha dichiarato al quotidiano “Vestirò l’azzurro per molto tempo, è un top club sono felice”, aveva postato la sua iniziativa sul suo profilo Instagram.

Il post del centravanti classe 1995

 

 

Le parole dell’attaccante

Queste le parole pubblicate, sul suo account, dall’attaccante triestino:  “L’amore è l’unica luce in questi giorni bui. Grazie a tutti quelli che hanno contribuito e stanno contribuendo alla raccolta fondi che ho lanciato: #NonLasciamoIndietroNessuno . Abbiamo raccolto, insieme, più di 430 mila euro. Alcuni di questi sono già andati all’Ospedale Niguarda, dove con 200 mila euro abbiamo comprato queste 3 postazioni per la terapia intensiva. Gli altri andranno all’Ospedale di Lecco, Monza, Ascoli Piceno e tanti altri. Non ci fermiamo. Grazie! La storia ci insegna che non c’è fine all’orrore, la vita ci insegna che vale solo l’amore”.