Il ds loda le prestazioni dei nuovi arrivi, Massaro e D'Agostino, poi parla della prova con il Castel San Giorgio e si auguro che Pasquale Carotenuto diventi l'uomo in più

NAPOLI - Il San Tommaso va. Aggancio all’Agropoli per una notte, con il direttore sportivo, Franco Del Gaudio, che si gode il momento: “”L’importante era partire il 2019 con il piede giusto, sapevamo di affrontare una buona squadra come il Castel San Giorgio, venivamo da un periodo di sosta dove anche la neve della settimana scorsa ha inciso ma i ragazzi hanno fatto bene, ottimi gli approcci del portiere 2001 Mario D’Agostino che di Francesco Massaro (ex Juve Stabia) che si sono disimpegnati alla grande nonostante sono gli ultimi arrivati. Questo è un campionato molto equilibrato ed aperto soprattutto per le prime quattro posizioni, sarà una alternanza di formazioni che si possono sostituire, è più avvincente degli ultimi anni per mancanza di una squadra schiacciasassi. Nel girone di ritorno ogni partita è una storia a sè, per domani credo che sia Agropoli che Cervinara faranno bottino pieno e resterà una giornata interlocutoria. Per quel che concerne Carotenuto mi auguro che sia il giocatore che possa fare la differenza, è un uomo spogliatoio e siamo felici di averlo, lo abbiamo scelto proprio per le sue grandi qualità”.