Il presidente della storica promozione in Serie C2 ci svela come è nata l'idea di rilevare la società rossonera tornando nel calcio dopo quasi vent'anni di assenza

PALMA CAMPANIA (NA) - La Palmese dopo l’addio del presidente Ciccone ha una nuova proprietà che rievoca dolci ricordi, il titolo della società rossonera infatti è stato rilevato da Mario Rega in collaborazione con i vecchi soci Prisco e Cassese. Il presidente della storica promozione in C2, a Campania Football, fa chiarezza sulla situazione a Palma Campania: “Io e i miei vecchi soci amici dopo aver saputo del passo indietro fatto da Ciccone abbiamo deciso di rilevare il titolo per evitare che la città rimanesse senza calcio. Siamo tutti appassionati e lo abbiamo fatto soprattutto per amore della Palmese e ora siamo a lavoro per cercare di allestire una rosa in poco tempo dovendo ripartire da zero”.
La piazza già sogna: “Mi fa piacere che la piazza abbia accolto con entusiasmo il nostro ritorno ma bisogna andarci cauti perché allora c’era stata programmazione mentre adesso è accaduto tutto all’improvviso e non è semplice. Bisogna costruire la squadra da zero non avendo calciatori di proprietà. Abbiamo scelto come guida tecnica mister Mario Pietropinto che conosce bene la piazza e ci darà una mano nell’allestimento della rosa perché essendo noi fuori dal calcio da più di vent’anni non abbiamo tantissimi contatti”.

Chiusura sul mercato: “Stiamo contattando i calciatori che già erano qui con la precedente gestione e proveremo a capire se ci saranno le condizioni per poter proseguire insieme, cercheremo di ripartire da quanto di buono era già stato fatto per cercare di dare una base al progetto e provare a creare una squadra quanto più competitiva possibile”