CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) - Depositata la documentazione per la prossima stagione, inizia a programmare il proprio futuro la Juve Stabia. La società gialloblù apre il suo nuovo percorso con una novità di rilievo rispetto al passato, ovvero con l’addio alle vespe del socio Giuseppe Langella

La separazione tra le parti non è di certo una notizia che sconvolge l’ambiente, in virtù anche dei diversi dissapori che si sono manifestati l’anno scorso tra il socio gialloblù e parte della tifoseria stabiese.

Le quote di Giuseppe Langella passano, così, al fratello Andrea, il quale conterà con il 100% delle quote. Da capire, ora, se il 50% appena prelevato resterà in casa Langella o sarà dirottato altrove. 

Di seguito, la lettera di saluto del socio uscente Giuseppe Langella. 

Buongiorno Castellammare di Stabia,

dopo l’ennesimo sacrificio, sono riuscito a contribuire all’iscrizione della Juve Stabia al prossimo campionato. Nonostante questo, voglio comunicare, a tutta la piazza stabiese, la decisione di cedere le mie quote societarie, pari al 50%, a mio fratello Andrea, già Presidente del club.

La mia sofferta decisione di lasciare definitivamente questo amato club è arrivata dopo tre anni di sacrifici continui. Questa decisione è scaturita dal fatto che in questi tre anni non ho potuto mettere in campo tutte le mie idee calcistiche, prendendomi solo umiliazione e sofferenze.

Lascio il club in buone mani, mio fratello oltre ad essere un bravo manager, è un buon Presidente. Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicino in questo breve percorso calcistico, compresa tutta la tifoseria e auguro alla Juve Stabia le migliori vittorie calcistiche.

Oggi se ne va un pezzo di me.