L'intervista completa all'attaccante gialloblè che, in stato di forma strepitoso, ci racconta il successo di una squadra che doveva disputare il campionato di Prima Categoria

ISCHIA (NA) – Momento d’oro per il classe 2001 Ugo Invernini. Nato a Lacco Ameno, il giovane attaccante ha da sempre avuto la passione del calcio sin dai primi anni di vita. Cresciuto nella scuola calcio dell’Ischia Soccer, il talento è stato voluto fortemente dai mister Bilardi e Buonocore. L’esplosione nella sua prima esperienza in Promozione, non è passata inosservata in Rappresentativa con tanto di convocazione. Ecco l’intervista completa:

Cosa significa per te giocare con la maglia dell’Ischia?

“Sono affezionato a questa maglia, quindi per me è molto importante indossarla. Ho siglato dei gol ma il mio obiettivo è sempre quello di dare il massimo. Fortunatamente il mister può usufruire della mia duttilità dei ruoli. Infatti posso giocare ovunque sia da seconda punta che da esterno, anche se preferisco la posizione centrale”.

Convocazione in Rappresentativa: quanto è importante per te il raggiungimento di questo traguardo?

“Giocare in rappresentativa con La Manna è un qualcosa di fantastico, una soddisfazione enorme. Sono stato sempre convocato e da poco abbiamo partecipato al triangolare con l’under 17 della Juve Stabia e con una scuola calcio. Uno dei miei obiettivi adesso è quello di partecipare al Torneo delle Regioni.

Tornando al girone B di Promozione, ti aspettavi un campionato di alto livello per la tua squadra?

“La cosa incredibile è che dovevamo partecipare al campionato di Prima Categoria, il ripescaggio è avvenuto solamente una settimana prima. Il girone B di Promozione lo ritengo uno dei più difficili. Noi siamo partiti molto bene, poi i rinforzi invernali hanno aumentato il nostro livello. Siamo a 10 punti dalla seconda quindi dobbiamo dare il massimo in queste ultime partite, serviranno due mesi di sacrificio.”

Il punto di forza delle isolane è soprattutto il fattore casa: secondo te a cosa è dovuto?

“La trasferta nell’isola è sempre lontana per quasi tutte le nostre avversarie. Penso che il punto di forza sono i nostri tifosi ci danno tantissima carica. Abbiamo una tifoseria grandiosa che fa la differenza”.

Un pensiero sulla regola degli under.

“Un grande vantaggio per noi giovani. Possiamo dimostrare il nostro valore in più partite. I mister difficilmente rinunciano agli over, quindi a loro potrebbe dare fastidio tale regola.. fortunatamente è solo un vantaggio per noi”.

Il tuo sogno nel cassetto ed una dedica finale.

“Giocare ai massimi livelli è il sogno di tutti, arrivando più in alto possibile. Voglio dedicare la mia vita al calcio ed infatti provo a migliorare giorno dopo giorno dando sempre il massimo, e ci proverò con tutto me stesso. Per il momento sono con i piedi per terra, non devo montarmi la testa. L’importante adesso è conquistare i play-off con l’Ischia e fare bene con la Rappresentativa. Dedico tutto alla mia famiglia che mi è sempre vicino ed a tutte le persone che credono in me.”