Piscopo, Candellone e Folino regalano i tre punti alla compagine gialloblù, che vola momentaneamente a +6 dal Picerno. Attesa per lo scontro diretto della prossima settimana

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) - La Juve Stabia ritrova subito la vittoria in campionato e ritorna a mettere pressione alle inseguitrici. Le vespe strappano un importante successo ai danni di una Virtus Francavilla malconcia (pesanti le assenze di Giovinco, Accardi, Monteagudo e Risolo) e volano a +6 dal secondo posto, assicurandosi un’altra giornata da capolista assoluta del girone C.

I gialloblù, ad un passo dal titolo di campioni d’inverno 2023 del girone C di Serie C, rifilano un pesante 3-0 alla compagine allenata da mister Occhiuzzi, che raramente ha offerto l’impressione di poter severamente mettere in difficoltà le vespe. Alla qualità offerta in campo, la Juve Stabia ha aggiunto nei 90′ anche tanta lucidità in fase di finalizzazione, tramutando al meglio gli sforzi del gruppo stabiese.

Le reti alla mezz’ora di Piscopo e nel finale di Candellone e Folino sono il timbro certificante di una consapevolezza sempre più presente all’interno dell’ambiente gialloblù: la consapevolezza dei propri mezzi e delle proprie possibilità in questa stagione. La Juve Stabia ha dimostrato, complice anche un Francavilla in emergenza tattica, nuovamente di poter strappare il risultato contro chiunque. Una consapevolezza in possesso solo delle grandi squadre destinate a traguardi di valore.

Ed è obbligatorio pensare, ora, ad un traguardo di valore. La Juve Stabia, ad un passo dal giro di boa, è a distanza di sicurezza dal secondo posto – con la possibilità di allungare o confermare le distanze nello scontro diretto della prossima settimana. Il vantaggio finora a disposizione non può che far pensare al traguardo della promozione in Serie B, seppur il girone di ritorno abbia sempre dimostrato di narrare storie completamente diverse rispetto a quelle di andata. Non saranno certamente contenti i tifosi gialloblù di sentir già parlare di promozione a metà campionato, ma con simili risultati la discussione è impossibile da tenere lontana dai microfoni. Le vespe devono pensare concretamente a questo obiettivo, sognando un Romeo Menti strapieno che la squadra merita (per quanto fatto vedere finora) e che – nonostante l’imbattibilità casalinga – non sempre ha avuto. 

 

 


TABELLINO DELL’INCONTRO


JUVE STABIA (4-3-3): Thiam; Baldi, Bachini, Bellich, Mignanelli; Romeo (86′ Folino), Leone (92′ Gerbo), Buglio (92′ Guarracino); Bentivegna (67′ Erradi), Piscopo (92′ Rovaglia), Candellone.

A disposizione: Esposito, Signorini, La Rosa, Maselli, D’Amore, Aprea, Picardi, Ruggiero, Vimercati, Piovanello.

Allenatore: Guido Pagliuca


VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Forte; Lo Duca (80′ Vantaggiato), De Marino, Nicoli (87′ Zuppel); Carella, Di Marco (67′ Latagliata), Macca (67′ Izzillo), Fornito, Biondi; Polidori, Artistico.

A disposizione: Carretta, Ruggiero, Serio, Yakubiv, Enyan, Fekete.

Allenatore: Roberto Occhiuzzi


ARBITRO: Luca Cerchi (sez. Carbonia)

ASSISTENTE 1: Giorgio Ermano Minafra (sez. Roma 2)

ASSISTENTE 2: Federico Fratello (sez. Latina)

QUARTO UFFICIALE: Michele Pasculli (sez. Como)


RETI: 30′ Piscopo (J), 81′ Candellone (J), 91′ Folino (J)

AMMONIZIONI: De Marino (V), Fornito (V)

ESPULSIONI: –