Domani arriva il Teramo e il tecnico fa i conti con le assenze

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) Un punto di differenza con il Teramo ma con lo stesso obiettivo: restare nella griglia per i play-off mentre tiene ancora banco la questione Mastalli. Il tecnico Padalino spera che il caso non mini la serenità del gruppo. “Non conosco i dettagli e le varie comunicazioni tra le parti”, ha detto nella conferenza stampa in vista della sfida di domani al Menti alle 17.30, “ma il di sicuro alla base c’è un rapporto di incomprensione alla base ma la cosa che più mi preme è la partita”.

La Juve Stabia ancora non ha vinto con una big e domani ha l’occasione “ma bisogna capire quali sono le big”, sottolinea il tecnico ricordando che le vespe hanno vinto a Francavilla che precedeva di un punto e ora è dietro in classifica. La Juve Stabia viene dalla vittoria in rimonta in casa della Cavese mentre il Teramo ha perso tra le mura amiche contro il Potenza ed è chiaramente in fase calante, ma Padalino tiene alta la guardia: “Non mi fido di chi viene da uno stop“. 

La Juve Stabia deve fare i conti con le assenza: “In casa nostra le mosse sono un po’ forzate. Mi riferisco al recupero di alcuni che è stato lento” con le partite a distanza di pochi giorni e non danno tempo di recuperare. 

I ragazzi di Padalino hanno dimostrato di avere un atteggiamento altalenante in casa con sei vittorie, cinque sconfitte e due pari mentre il Teramo in trasferta ha dimostrato di non essere irresistibile. Per gli abruzzesi solo due vittorie e cinque sconfitte con il reparto avanzato che è il secondo peggiore con nove reti dopo il Palermo che ne ha realizzate sette. 

Convocati

Portieri: Lazzari, Russo.

Difensori: Caldore, Elizalde, Esposito, Garattoni, Mulè, Oliva, Troest.

Centrocampisti: Berardocco, Guarracino, Scaccabarozzi, Suciu, Vallocchia.

Attaccanti: Borrelli, Fantacci, Marotta, Ripa.

Indisponibili: Bovo, Cernigoi, Farroni, Fioravanti, Iannoni, Lia, Mastalli, Orlando, Rizzo.