Sulla partita appena conclusa il tecnico gialloblù aggiunge: "Oggi volevo vincerla per i tifosi, perché a Monterosi non abbiamo fatto una bella figura. Oggi penso di sì"

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) - Vede il bicchiere mezzo pieno al termine della sfida tra Juve Stabia e Catanzaro il tecnico delle vespe Walter Novellino.

L’allenatore gialloblù racconta, ai microfoni della società campana, i punti di forza e di debolezza emersi al termine della sfida contro i giallorossi, dove le vespe avrebbero potuto anche ottenere di più di un semplice pareggio.

PUNTO GUADAGNATO – “La soddisfazione c’è, perché nel primo tempo abbiamo giocato. Abbiamo soltanto pagato il loro palleggio, dovevamo farlo noi di più. È comunque un punto importante contro la squadra più in forma del campionato, che però ha fatto solo un tiro in porta. Ci siamo comportati bene, abbiamo ottenuto un punto in più per dare maggiore serenità alle prossime partite di campionato e alla classifica”.

ASPETTI DA MIGLIORARE – “Il primo tempo è andato veramente bene, alla grande proprio. Dobbiamo migliorare nel palleggio. Ci ha un po’ condizionato il gol, perché senza avremmo potuto creare altre giocate per avvicinarci di più in zona avversaria”.

ASSENZA IN ATTACCO – “Chiaramente Eusepi è un giocatore importante, ma Della Pietra si è comportato benissimo”.

TONUCCI E DIFESA A TRE – “È uscito perché si è fatto male, sennò saremmo rimasti con quel sistema. È chiaro che dobbiamo perfezionare il tutto di più, ma le giocate e le uscite in avanti ci sono. Tonucci è un giocatore dalla grande esperienza ed ero convinto oggi facesse gol, gliel’ho anche detto”.

RAMMARICO – “Potevamo però gestire meglio la palla e metterli più in difficoltà, perché loro erano in dieci. Il rammarico è questo, perché contro una squadra che sa palleggiare potevamo usufruire meglio degli spazi. Anche Squizzato si è infortunato e questo non ci ha dato i tempi per le giocate come piacciono a me”.

MENTALITÀ – “È una squadra che deve essere dentro alla gara sempre al 100%; se lo è, diventa fortissima e puo darci delle soddisfazioni come oggi o come anche a Bari. Quest’aspetto è da migliorare”.

TIFOSI – “Oggi volevo vincerla per i tifosi, perché a Monterosi non abbiamo fatto una bella figura. Oggi penso di sì”.