Attraverso il suo profilo Facebook, l'attaccante corallino ha sottolineato i motivi della sua scelta: un gesto da applausi per uno dei giocatori più forti della D

TORRE DEL GRECO - Una giornata frenetica, emozionante. Fabio Longo accostato al Palermo, il bomber di Frattaminore, con quasi 150 gol negli ultimi sei anni, e la paura della Turris e soprattutto dei tifosi corallini di poterlo perdere. Ci ha pensato lui, alla sua maniera, a dire no a voci sempre più insistenti dalla Sicilia. E lo ha fatto con un post su Facebook in cui ha sottolineato che è rimasto onorato della chiamata di una squadra gloriosa come il Palermo, ma che al tempo stesso la famiglia e la Turris oggi vengono prima di tutto. Poteva essere un trampolino di lancio nel finale di carriera per uno degli attaccanti più forti della D, ma la casa e il Presidente Colantonio rappresentano molto di più nella vita di oggi di Fabio Longo. 

Qui il suo post: