I rossoneri cadono sotto i colpi di Ferrante e Arcidiacono. Inutile il gol di De Feo a inizio ripresa che accorcia le distanze

MESSINA – Sconfitta amara ma neanche troppo per la Nocerina che, forte della salvezza ormai conquistata, cade sul campo di un Messina intento a uscire dalla zona calda della classifica e decisamente più motivato. A decidere il match ci pensano le reti in apertura di Ferrante e Arcidiacono. Vano e inutile risulta il terzo gol stagionale di Francesco De Feo, che accorcia le distanze a inizio ripresa.

IL MESSINA DILAGA CON FERRANTE E ARCIDIACONO, NOCERINA PIUTTOSTO SCARICA. Una Nocerina ormai salva e in piena corsa play-off si presenta al cospetto del Messina con il solito 3-5-2, orfano di Ruggiero ma che vede il rientro di Pecora dal primo minuto. Chance da titolare anche per il portiere Novelli e Felice Simonetti, che giocano al posto di Feola e Orlando. Per i peloritani, costretti a vincere per allontanarsi dalla zona retrocessione, il neo tecnico Infantino schiera un offensivo 4-2-3-1. Pronti via e il Messina passa in vantaggio grazie a un lancio lungo di Ferrante che scavalca Novelli in modo davvero rocambolesco. La Nocerina accusa il colpo, e i padroni di casa ne approfittano per mettere a segno il raddoppio. Stavolta a gonfiare la rete ci pensa Pietro Arcidiacono che, innescato da un perfetto cross di Catalano, batte a rete da pochi passi. Gli ospiti non reagiscono, sembrano piuttosto scarichi mentalmente e rischiano di subire il tre a zero in più occasioni. Dopo aver scaldato ulteriormente i guantoni a Novelli, infatti, il Messina coglie un palo con un tiro a botta sicura di Marzullo, bravo a raccogliere l’assist di Catalano. Nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione i ritmi si abbassano notevolmente, e la Nocerina comincia a dare segnali di ripresa.

LA NOCERINA ACCORCIA CON DE FEO, MA IL MESSINA CONTROLLA AGEVOLMENTE FINO ALLA FINE. I primi minuti del secondo tempo sono interamente di marca molossa. Infatti, al 53′ la Nocerina accorcia le distanze. Giorgio si invola verso la porta, si fa intercettare il pallone da Meo in uscita, che però non può nulla sul tap-in vincente di Francesco De Feo. Il Messina prova a replicare con un’azione personale del solito Arcidiacono, fermata sul più bello da un ottimo intervento di Vatiero. Dopo una lunga fase di stallo del match, i padroni di casa vanno vicini al terzo gol nuovamente con Arcidiacono, bloccato da Novelli poco prima di concludere. È questa l’ultima occasione degna di nota della gara, che termina con un’importantissima vittoria per il Messina in chiave salvezza, ottenuta ai danni di una Nocerina sottotono e abbastanza scarica.

TABELLINO MESSINA-NOCERINA 2-1 (2-0)

MESSINA (4-2-3-1): Meo; Biondi, Aldrovandi, Pirrone (63′ Bossa), Ba, Ferrante, Arcidiacono, Selvaggio (67′ Amadio), Marzullo (81′ Tedesco), Cocimano, Catalano (90+3′ Janse). A disp.: Prisco, Barbera, Candé, Carini, Dascoli.

Allenatore: Pietro Infantino.

NOCERINA (3-5-2): Novelli; Vuolo, Salto, Pecora (63′ Orlando), Caso, Festa, Odierna (85′ Tipaldi), De Feo, Simonetti (72′ Coulibaly), Giorgio, Vatiero (88′ Iodice). A disp.: De Prisco, Ansalone, Capaccio, Di Crosta, Petillo.

Allenatore: Domenico Torre.

MARCATORI: 4′ Ferrante (M), 13′ Arcidiacono (M), 53′ De Feo (N).

ARBITRO: sig. Carlo Rinaldi di Bassano del Grappa. Assistenti: Minafra di Roma 2 e Giudice di Frosinone.

NOTE: pomeriggio soleggiato. Campo in brutte condizione. Ammoniti: Pecora (N), Giorgio (N), Tedesco (M). Calci d’angolo: 3-4. Recupero: 2′ pt; 7′ st. Spettatori: duecento circa.