Il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti torna sulla decisione di restringere le partecipanti alla Coppa Italia che ha definitivamente estromesso le società di Serie D

NAPOLI (NA) - La nuova formula della Coppa Italia varata oggi dal Consiglio della Lega Serie A esclude definitivamente dalla partecipazione i club della Serie D. Riammessi, seppur in parte, quelli della Lega Pro, con sole 4 formazioni. “Sono settimane che assistiamo alle più diverse prese di posizione contro una visione elitaria del calcio – ha dichiarato il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia – ma proprio in questo frangente viene partorita una riforma che riduce al minimo la partecipazione dei club di Lega Pro ma soprattutto nega l’accesso al trofeo nazionale a quelli della Serie D. Non mi sembra un ragionamento in ottica di sistema se questa è la considerazione riservata al calcio dilettantistico”.