Il Portici a vele spiegate verso la D, la grande marcia dell’Isola di Procida

Il Portici ha ipotecato la serie D. La capolista, nello scontro diretto del “San Ciro”, ha battuto il Savoia di misura spegnendo le ambizioni di primato degli oplontini. A decidere la sfida è stato Tommaso Manzo, ex di turno, con un rigore realizzato nella prima parte della ripresa, da questa partita dipendevano le sorti della lotta al vertice del girone e ormai solo un cupio dissolvi può impedire al Portici di brindare al salto di categoria diretto. Il dato interessante è che la compagine di Borrelli ha battuto quattro volte su quattro il Savoia e l’Afragolese sia all’andata che al ritorno, legittimando con i fatti una superiorità espressa anche in un’altra competizione, culminata con una vittoria che ha permesso di conquistare un trofeo importante per la bacheca di un club dilettantistico. Ad alimentare ancora una fiammella di speranza per la vittoria del campionato, è l’Afragolese che solo nelle battute finali è riuscita a sormontare l’ostacolo Neapolis. Un ostacolo che ci si immaginava molto più leggero, invece, c’è mancato poco che la penultima della classe, ormai condannata alla retrocessione diretta, non strappasse punti alla vice-capolista. Evidentemente l’assenza di uno come Carotenuto si fa sentire eccome, anche dal dischetto non è stata la stessa cosa, visto che è stata fallita la possibilità di passare in vantaggio dagli undici metri prima del deus ex machina finale. Ci è voluta una magia di Gatta dalla distanza per piegare una Neapolis cui vanno tributati i giusti complimenti per aver onorato il campionato nonostante una situazione di classifica disperata. L’altro big match di giornata, quello dello “Spinetti” tra Isola di Procida e San Giorgio, ha visto gli isolani quasi annientare i vesuviani con un 3-0 secco. Incredibile la marcia interna dei biancorossi, che non hanno fatto sconti a nessuno sul proprio campo, anche il San Giorgio ha pagato dazio dopo che ne avevano fatto le spese già Portici, Afragolese e Savoia. La squadra di Mandragora supera anche in classifica i granata, i quali hanno bisogno di qualche altro punto per non mettere a repentaglio i play off visto che c’è un Casalnuovo rinato. Eh sì, il ritorno di mister Sanchez in panchina, sembra aver ridato linfa vitale a Grezio e compagni che, dopo aver fatto tremare il Portici, hanno sbranato l’Hermes Casagiove con un risultato tennistico (1-8). In chiave salvezza, vittoria importantissima della Virtus Volla contro il Real Forio con i biancoazzurri che sperano di giocare lo spareggio play out in casa, la corsa è sul Pimonte che non è andato al di là del pari in casa del Barano. Nel derby casertano tra Real Albanova e Sessana, entrambe si sono accontentate di spartirsi un punto che dà agli aurunci la matematica certezza di mantenere la categoria mentre manca poco anche per i casalesi.