Le parole del direttore sportivo Nicola Cangiano che ammette i meriti degli avversari, sottolineando però una scelta non condivisa dal sapore di delusione

TRENTOLA DUCENTA (CE) – Dura solo un tempo la Virtus Liburia, che si arrende nella ripresa alla rimonta dei granata. Ecco le parole del direttore Nicola Cangiano in merito alla decisione di giocare la partita dopo la scomparsa di Silverio Cottuno: 

“Il linea di massima il Casalnuovo ha meritato la vittoria perché dopo un primo tempo molto concentrato da parte nostra, nel secondo tempo abbiamo fatto diversi errori di concentrazione. Per noi oggi è stata una partita particolare difficile e surreale. Purtroppo il nostro mister Cottuno non è potuto essere presente al campo perché alle ore 16 c’erano i funerali del caro papà e noi come squadra siamo potuti essere con lui solo con il pensiero. Abbiamo fatto richiesta in federazione per spostare la partita ma l’unico modo era farlo in comune accordo con la società del Casalnuovo, ma purtroppo dopo aver contattato il loro mister ci è stata negata la richiesta: abbiamo accettato anche se a malincuore. In calcio è anche questo, purtroppo, per noi prima dei risultati viene la persona, per altri no.”