Il presidente della compagine siciliana annuncia il suo addio al club dopo sette anni di emozioni, aprendo la porta a possibili sostituti

GIARRE (CT) - Si chiude con una salvezza diretta in Serie D ottenuta all’ultima giornata il capitolo a tinte gialloblù di Giulio Nirelli al Giarre. Il presidente della compagine siciliana saluta la propria piazza dopo sette lunghi anni di attività, un periodo intenso in cui i gialloblù hanno ottenuto la promozione dall’Eccellenza alla D (un traguardo che mancava da più di dieci anni) e una Coppa Italia Dilettanti Sicilia – vinta nel 2020 ai rigori contro la Sancataldese.

Nirelli saluta con una permanenza conquistata grazie a risultati di spessore registrati nel corso della stagione, tra cui i quattro punti strappati alla Cavese (fondamentali nella lotta alla vetta del girone I), il successo del girone di andata tra le mura amiche contro il Città di Sant’Agata ed i pareggi con Lamezia Terme ed Acireale.

Il futuro del club gialloblù resta ora in bilico, in attesa di scoprire chi arriverà ad occupare la poltrona vacante di presidente (circostanza che ovviamente interessa da vicino anche i club campani che potrebbero incontrare i siciliani nel loro girone la prossima stagione). Nirelli si è dichiarato pronto a ricevere i suoi possibili sostituti nei prossimi giorni, con la speranza che quanto fatto a Giarre non tramonti nel giro di pochissime ore.

Di seguito alcune delle dichiarazioni del presidente Nirelli riportate dal profilo ufficiale del club.

“Volevo comunicare alla città di Giarre, a tutti i nostri sostenitori che il mio percorso, iniziato sette anni fa, finisce qua. Il mio obiettivo sarà d’ora in poi di fare in modo che il calcio a Giarre possa avere una continuità. Mi auguro che nei prossimi giorni qualcuno si faccia avanti. Sarò ben lieto di riceverli e dare loro la massima disponibilità perché sarei felice se la storia del Giarre continuasse.

Sette anni non si possono dimenticare in un giorno. Tanti i sacrifici fatti, campionati e trofei vinti, realizzazione del campo in erba e tutti i lavori che sono stati fatti.
Voglio ringraziare tutti i nostri tifosi, gli sponsor, la gente che ha seguito da vicino il nostro progetto. La vecchia amministrazione comunale, l’ex Assessore Piero Mangano che ci ha dato grande supporto, il nuovo Assessore da poco insediato.

Ringraziamenti che estendo al nostro staff, uno per uno, a tutti gli allenatori, i calciatori, i dirigenti, ad Alessandro Curcuruto compagno di viaggio e di avventure in campo e fuori, l’instancabile Melino Sgroi, Danilo Scuderi che ci ha accompagnato e supportato nell’anno della vittoria in Eccellenza il Segretario Alessandro Ragonesi professionista che ha dato un grande contributo e arrivato in punta di piedi, e per finire, il Vice Presidente Marco La Rosa che ci ha dato il piacere di essere con noi.

Spendo un giudizio molto positivo anche sul Settore Giovanile. Gli Allievi, guidati da un ottimo allenatore quale Giuseppe Gulisano, hanno raggiunto le Fasi Finali, i Giovanissimi di Andrea Suriano hanno centrato un buon 6°posto e la Juniores con Michele Granata ha vinto il Campionato. Ringrazio il Responsabile del Settore Giovanile Maurizio Anastasi che si è speso ed impegnato nella creazione di un settore giovanile fino ad allora assente.

Sono contento, molto emozionato ma anche soddisfatto perchè credo che qualcosa di buono a Giarre in questi anni si sia fatto. Ai tifosi dico di stare ancora più vicino a chi verrà e sono certo e fiducioso che qualcuno si faccia avanti per continuare a portare in alto i colori gialloblu che sono quelli della nostra città”.

 

 

 


Foto credits: GoalSicilia.it